Seggiolini anti-abbandono: ora in Italia diventeranno obbligatori per legge - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Seggiolini anti-abbandono: ora in Italia…
20 bagni pubblici così inquietanti che sembrano usciti da un film dell'orrore 20 scatti fotografici che dimostrano come il Canada sia una nazione unica al mondo

Seggiolini anti-abbandono: ora in Italia diventeranno obbligatori per legge

2.232
Advertisement

Grazie all'attuazione del decreto 172 del nuovo Codice della Strada firmato dal Ministro dei Trasporti Paola de Micheli, ora l'installazione dei dispositivi anti-abbandono per i seggiolini all'interno delle automobili è diventata obbligatoria in Italia. Nel momento in cui il decreto verrà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, l'obbligo sarà operativo per tutti i bambini a bordo di età pari o inferiore ai 4 anni.

immagine: Afrc

La legge varata dal Parlamento e da tutti i gruppi politici uniti, è un passaggio fondamentale per la regolamentazione italiana a proposito dell'importanza dell'installazione di questi dispositivi, che serviranno ad evitare tragedie automobilistiche come ne sono purtroppo accadute in passato. Questi dispositivi saranno dotati di una spia luminosa e una sonora che avvertirà il conducente dell'automobile della presenza di un bambino, per evitare che i piccoli di età pari o inferiore ai 4 anni vengano dimenticati dai genitori all'interno dell'abitacolo, proprio come è accaduto troppo spesso in Italia, sopratutto nella calura dei mesi estivi.

A sostenere il varo della Legge, che rende l'Italia la prima nazione in Europa ad installare questi dispositivi in forma obbligatoria, è Andrea Albanese, papà piacentino che sei anni fa dimenticò suo figlio in automobile ritrovandolo privo di vita al termine della giornata di lavoro" Sono ovviamente molto soddisfatto della firma del decreto attuativo e quindi dell'imminente entrata in vigore della legge. La politica avrebbe potuto certamente essere più' veloce, ma non dimentichiamoci che saremo il primo Paese in Europa e credo al mondo a dotarsi di un provvedimento di questo tipo [...] La politica è stata lenta ma il risultato è stato ottenuto, questa legge ora entrerà in vigore e mi fa piacere dover ringraziare un ampio e variegato fronte politico. L'unico enorme rammarico è stato quello di aver dovuto assistere impotente ad altre tragedie come quella di mio figlio e della mia famiglia, ma da quando entrerà' effettivamente in vigore la legge sarò più sereno perché saprò' di aver veramente fatto tutto il possibile perché questi incidenti non accadano mai più."

Ci uniamo anche noi al coro sostenuto da Andrea Albanese, con la speranza che questo decreto diventi obbligo effettivo al più presto per tutti i cittadini italiani.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie