Questa fotografa immortala un raro esemplare di "zorse", stupefacente ibrido tra la zebra e il cavallo - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Questa fotografa immortala un raro esemplare…
Dietro le quinte di 15 film famosissimi: ecco come sono state create alcune scene indimenticabili Le fusa dei gatti ci aiutano ad alleviare dolori fisici e mentali: ecco perché

Questa fotografa immortala un raro esemplare di "zorse", stupefacente ibrido tra la zebra e il cavallo

3.930
Advertisement

La Natura non smetterà mai di stupirci. Nonostante le scoperte scientifiche hanno per la maggior parte dei casi risolto o appurato alcuni dei più grandi misteri di questo mondo, l'essere umano ha ancora tanto da imparare. Nel mondo animale ci sono così tante varietà di esemplari ancora poco conosciuti che crediamo che la ricerca e lo studio non cesserà mai di andare avanti. Ad esempio, sapevate che in natura esiste lo "zebrallo", ovvero un curioso mix tra il cavallo e la zebra?

immagine: Wikimedia

Lo zebrallo (o zorse come viene chiamato nella lingua inglese) è un particolare ibrido tra una zebra e qualsiasi altro esemplare equino di ogni genere, e si può incontrare generalmente nelle foreste dell'Africa e, molto frequentemente, non è rado che venga utilizzato come cavallo da trasporto. La fotografa Carina Maiwald è riuscita a immortalare uno splendido esemplare di zebrallo nel continente africano.

immagine: Wikimedia

L'esemplare fotografato dalla professionista, chiamato Zuri, ha fatto subito il giro degli entusiasti del regno animale in tutto il mondo; Maiwald, che in passato per i suoi reportage fotografici al mondo animale aveva vinto numerosi e prestigiosi premi, ancora non riesce a credere di essere riuscita a catturare un esemplare di zebrallo così scattante, agile e dinamico!

Le foto sono ancora più uniche che rare se si pensa, come ha teso a sottolineare più di una volta Carina, che questo ibrido è difficilissimo incontrarlo al di fuori del continente africano. La galleria fotografica seguente, immortalata dalla Maiwald, ne è la prova più stupefacente senza alcun dubbio:

Advertisement
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie