Migliaia di candele per riscaldare i vigneti dell'Alto Adige durante il freddo record: la panoramica è mozzafiato - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Migliaia di candele per riscaldare i…
Azzurro per i maschietti e rosa per le femminucce? Anticamente non era affatto così I preziosi consigli di Maria Montessori per avvicinare i bambini alla lettura in maniera naturale

Migliaia di candele per riscaldare i vigneti dell'Alto Adige durante il freddo record: la panoramica è mozzafiato

07 Maggio 2019 • di Simone Fabriziani
15.320
Advertisement

Era dal 1987 che non faceva così freddo nel mese di maggio in Italia; se le temperature minime nel Nord hanno raggiunto addirittura  i -9 gradi a Solda e -7 gradi in Val Gardena, a rischio sono le coltivazioni di frutta e verdura di stagione, tra le prime danneggiate a causa dei capricci di una primavera che sembra sempre più ricordare un inverno precoce. E proprio in questi giorni sta diventando virale una fotografia di una valle illuminata da miriadi di candele antigelo per proteggere i vigneti dal gelo fuori stagione.

immagine: Ansa

Accade nelle vallate dell'Alto Adige, dove i contadini, per proteggere i vigneti, i meleti e le piantagioni di albicocche dal freddo pungente della notte, hanno acceso delle lanterne antigelo per non far scendere la temperatura sotto zero nei pressi delle piante da frutto; non è dunque un caso che gli stessi contadini della zona abbiano anche messo in atto la cosiddetta "irrigazione antibrina" che crea un sottile strato di ghiaccio sugli alberi per impedire che il freddo intenso crei danni allo sbocciare dei fiori. 

Un mare di luci notturne che, allo stesso tempo, è anche un paesaggio mozzafiato che già sta facendo il giro del web.

immagine: Libre Shot
Tags: NaturaAttualità
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie