Gli scienziati hanno scoperto una quantità immensa di diamanti sulla Terra... Ma è impossibile da raggiungere

Claudia Melucci

17 Luglio 2018

Gli scienziati hanno scoperto una quantità immensa di diamanti sulla Terra... Ma è impossibile da raggiungere
Advertisement

Si regala un anello per il suo valore economico, per la sua brillantezza, per la sua durevolezza nel tempo che si spera essere pari all'amore che si giura, lo si regala per la sua unicità. Ma gli scienziati hanno appena scoperto che di raro i diamanti non hanno assolutamente niente: ad una profondità di 160 km sotto la superficie terreste ne è presente una quantità inaudita. 

Il problema? Che è ad oggi impossibile raggiungere una tale profondità. 

Advertisement

Sotto la superficie terrestre giace un quadrilione di diamanti (sì, avete letto bene!).

Sotto la superficie terrestre giace un quadrilione di diamanti (sì, avete letto bene!).

Jennifer Dickert/Wikimedia

Tramite un'analisi condotta con l'uso delle onde sonore, un team di scienziati del MIT, dell'Università di Harvard e di quella californiana di Berkeley, ha scoperto che sotto i nostri piedi si trova una quantità di diamanti inaudita, superiore a tutte le ipotesi avanzate finora. 

I diamanti, dunque, non sono pietre così rare come viene fatto credere da chi li vende per giustificare il loro prezzo stellare. Rimangono delle pietre comunque preziose, particolari nella loro struttura, ma non rare. La Terra, infatti, abbonda di diamanti. 

Secondo gli scienziati coinvolti nello studio, i diamanti si trovano in delle strutture rocciose chiamate cratoni: semplificandoli al massimo, possono essere immaginati come delle montagne rivolte verso il centro della Terra. Possono sprofondare anche per 320 km! 

Gli scienziati li hanno scoperti propagando le onde sonore verso gli strati più profondi della Terra.

Gli scienziati li hanno scoperti propagando le onde sonore verso gli strati più profondi della Terra.

pixabay.com

Si tratta di una tecnica già usata da tempo quella che prevede l'uso delle onde del suono per lo studio della composizione interna della Terra. Le onde sonore, infatti, si propagano ad una velocità che varia in base alla composizione, alla temperatura e alla densità delle rocce che attraversano. 

Gli scienziati hanno individuato il presunto ammasso di diamanti, registrando la velocità delle onde e poi comparandola attraverso esperimenti in laboratorio: ebbene, quel preciso dato poteva essere ottenuto soltanto ipotizzando una presenza dell'1-2% di diamanti nella composizione totale della punta dei cratoni. 

I diamanti in questione si troverebbero ad una profondità di 160 km. Un piccolo problema: non esistono trivelle capaci di andare così in profondità, almeno per adesso! 

Advertisement