Rendere fertili i terreni desertici senza sostanze chimiche: ecco l'invenzione che lo rende possibile - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Rendere fertili i terreni desertici…
Sei perennemente in ritardo? La scienza ti spiega perché... e ti fornisce delle possibili soluzioni I gemelli interagiscono tra loro all'interno del grembo materno?

Rendere fertili i terreni desertici senza sostanze chimiche: ecco l'invenzione che lo rende possibile

12.793
Advertisement

I deserti coprono circa un terzo della superficie terrestre, esattamente il 30% delle terre emerse: se per secoli l'uomo ha evitato questi luoghi ostili alla presenza umana, ora, tendendo conto dell'aumento demografico mondiale e della diminuzione della superficie coltivabile, li guarda come probabili terreni agricoli. Una follia? Esistono diverse tecniche che promettono di rendere utile un terreno sabbioso: quella dello scienziato norvegese Kristian Morten Olesen sembra essere la più promettente.

Kristian Morten Olesen ha brevettato un processo che mescola nanoparticelle di argilla con acqua e che le lega poi ai granelli di sabbia.

immagine: maxpixel.net

Il mix di argilla ed acqua è stato chiamato Liquid Nanoclay (LNC) e nel 2015 ha vinto il primo premio del contest ClimateLaunchpad, evento in cui vengono presentate le più innovative tecnologie a favore dell'ambiente.

Come funziona?

immagine: desertcontrol.com

Il mescolamento dell'argilla e dell'acqua viene eseguito senza alcun additivo chimico: la miscela viene poi spruzzata direttamente sul suolo sabbioso asciutto, riducendo così la dispersione dell'acqua del terreno del 65%. Il trattamento ha durata massima di 5 anni. 

L'effetto del Liquid Nanoclay è quello si saturare i primi 40-60 cm di terreno, in modo da renderlo permeabile come una spugna e capace di trattenere l'umidità e le sostanze nutritive.

Advertisement

Il Liquid Nanoclay è stato già sperimentato su diversi suoli desertici, dando risultati eccezionali.

immagine: desertcontrol.com

Sui terreni trattati con Nanoclay è stato possibile coltivare le più varie piante ed ortaggi, aprendo così di nuovo la speranza di poter utilizzare i vasti deserti che caratterizzano il nostro pianeta, il tutto in maniera naturale.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie