9 curiosità sul mondo animale che sicuramente non avete studiato a scuola - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
9 curiosità sul mondo animale che sicuramente…
10 gesti che valgono anche di più di un ti amo 13 situazioni tipiche a cui gli uomini con mogli incinte devono piegarsi

9 curiosità sul mondo animale che sicuramente non avete studiato a scuola

5.603
Advertisement

Se durante le lezioni di scienze naturali si parlasse un po' di più delle innumerevoli curiosità sul mondo animale, di sicuro conquisterebbero qualche posizione nella classifica delle materie preferite. Fortunatamente ci sono programmi TV e web che si occupano di raccontarci tutte le prodezze più o meno note del regno animale!
Noi ci uniamo a queste voci della divulgazione svelandovi nove curiosità che vi lasceranno di sicuro a bocca aperta!

1. Chi avrà creato queste forme così perfette?

immagine: Imgur

L'autore di questo piccolo capolavoro di filtraggio della sabbia è un pesce palla dal nome Arothron hispidus che abita le acque tropicali degli Oceani Pacifico e Indiano.

2. Una tecnica di caccia tanto spietata quanto intelligente.

Degli zoologi australiani hanno recentemente scoperto che alcuni tipi di uccelli, tra cui gli sparvieri, sono capaci di dare fuoco alle sterpaglie in prossimità delle tane delle loro prede, come i roditori, costringendoli a venire fuori da esse e facilitandosi così il lavoro di caccia. Non è incredibile?

Advertisement

3. Qual è la funzione del particolare manto delle zebre?

immagine: stevepb/pixabay

Non ci sono teorie appurate sul motivo che ha portato le zebre a sviluppare il loro tipico manto a strisce bianche e nere, ma secondo uno studio pubblicato sul Journal of Experimental Biology la spiegazione potrebbe essere che il modo in cui questa trama riflette la luce sarebbe motivo di fastidio per i tanti insetti che cercano continuamente di attaccarli, primi fra tutti i fastidiosi tafani.

4. Uno squalo che non morde.

Può raggiungere i 12 metri di lunghezza ed è secondo in termini di grandezza solo allo squalo balena, ma sebbene sarebbe in grado di ingoiare un uomo in un sol boccone, il Cetorhinus maximus, ossia lo squalo elefante, si nutre solo di micro-plancton marino!

5. La rana dei boschi del Nord America va in ibernazione.

Per affrontare i rigidissimi inverni di Alaska e Canada, delle specie di rana hanno sviluppato l'abilità di accumulare urea e trasformare il glicogeno in grandi quantità di glucosio, due sostanze crioprotettrici che permettono all'animale di sopravvivere fintantoché la quantità di liquidi congelati nel corpo non supera il 65%. Una volta tornata la primavera, la rana inizia pian piano a scongelarsi per riprendere le sue attività!

Advertisement

6. Il morso di un varano di Komodo è paragonabile a quello di un gatto.

È la più grossa specie di lucertola vivente ed ha un aspetto davvero poco amichevole, ma la cosa curiosa è che per catturare le sue prede, il varano indonesiano non dispone di forza nelle fauci: ciò che lo rende mortale sono i potenti muscoli del collo e la produzione di una sostanza velenosa in bocca che porta alla morte la preda in poco tempo. Nel misurare la forza di occlusione di questo animale, alcuni scienziati hanno infatti scoperto che è davvero poca e che, se disponesse solo di essa, finirebbe con ogni probabilità per fratturarsi le ossa della testa.

7. Pesci nastro da Guinness dei primati.

immagine: Reddit

I pesci nastro della famiglia Trachipteridae possono avere le dimensioni più disparate: quello che vedete in questa foto è stato catturato nella acque dell'Isola di Santa Catalina (California) e misurava ben 5 metri e mezzo!

Advertisement

8. Come sopravvivono al gelo i pesci rossi?

Non ci crederete ma ci riescono grazie a un enzima che permette loro di trasformare acido lattico tossico in etanolo e quindi di sopravvivere anche in condizioni di scarsa disponibilità di ossigeno. Un po' come dire che si scaldano bevendo un goccio d'alcol!!!

9. A chi apparterranno queste ipronte digitali?

immagine: io9.gizmodo.com

Quelle sulla sinistra sono state prelevate a un koala, mentre quelle sulla destra, intuitivamente, a una persona. La somiglianza fra le due è impressionante, anche una volta analizzate al microscopio!

Sources:

http://jeb.biologists.org/content/215/5/iii
https://news.nationalgeographic.com/news/2008/04/080418-komodo-dragons.html
https://www.smithsonianmag.com/smart-news/now-we-know-how-goldfish-produce-alcohol-180964502/

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie