10 incredibili storie che ti faranno credere al fato - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
10 incredibili storie che ti faranno…
14 situazioni esilaranti che una persona alta ha vissuto almeno una volta nella vita 21 usi della vaselina che non immaginavi neanche

10 incredibili storie che ti faranno credere al fato

28.354
Advertisement

Conoscerete sicuramente una persona che si ostina a non voler credere nel fato quando invece moltissimi fatti della vita reale suggeriscono la sua esistenza: quando capita di essere nel posto giusto, al momento giusto, per una questione di secondi (o anche meno), non si può parlare d'altro che di fato. Per chi ancora stenta a crederci, ecco 10 storie che gli faranno cambiare idea!

  • "Mi sono trasferita in un nuovo appartamento. Ci vivevo da appena due settimane quando ho deciso di organizzare una giornata di relax tutta per me. Mi sono cosparsa di argilla blu e mi sono stesa. Stavo quasi per addormentarmi quando ho sentito aprire la porta: qualcuno era entrato in casa mentre io ero nuda come il primo giorno che ho visto la luce, come un avatar. Sono corsa in cucina e ho impugnato il coltello. Ho capito che si trattava di un uomo e me lo sono ritrovato davanti che mi puntava una bottiglietta spray: entrambi ci stavamo chiedendo chi fosse l'altro e perché fosse qui. È venuto fuori che quello in cui io vivevo era il suo appartamento, e che sua nonna me l'aveva affittato perché sognava di trovare una moglie al nipote. Vivo ancora in quella casa. Anche lui ci vive. Oggi siamo una famiglia".

  • "Da tempo un senzatetto si aggirava nel mio quartiere chiedendo soldi per un biglietto della lotteria. Anche a me li ha chiesti, e gli ho dato il denaro pur sapendo che non li avrebbe spesi per l'acquisto del biglietto. Qualche giorno dopo mi torna davanti e mi restituisce i soldi che gli avevo dato dicendo, 'Grazie! Sarò tuo debitore finché vivo! Ho comprato un biglietto della lotteria e ho vinto!'. Ha iniziato a piangere e mi sono emozionato anche io perché con un piccolo gesto ho dato una seconda possibilità a quell'uomo".
immagine: pixabay.com
  • "C'è una piccola piazza sotto la mia casa in cui vado regolarmente con mia sorella per fare delle passeggiate. C'è un punto misterioso in questa piazza in cui mia mamma si è incontrata con mio papà, e mia sorella ha incontrato mio marito. Oggi in quello stesso punto ho aiutato un ragazzo che aveva inciampato. Tutta la mia famiglia ora attende la data del matrimonio".

  • "Qualche giorno fa il nostro gatto Freddie è scappato di casa. Mio marito dice che lo ha fatto perché stava per morire, in effetti aveva 13 anni. Stavo pensando a come spiegare tutto a mio figlio di 5 anni. Siamo usciti per fare una passeggiata e stavo iniziando il discorso quando mi chiama a gran voce. Mi giro, e lo vedo che tiene in braccio un gattino identico al nostro gatto da piccolo. "Mamma guarda, un piccolo Freddie". Abbiamo deciso di prendere quel gattino e gli ho spiegato che in qualche modo Freddie vive in questo nuovo gatto. Abbiamo poi riflettuto con mio marito che potrebbe essere vero che i gatti hanno 9 vite e che tornano sempre dai loro padroni, solo in una forma diversa".

  • "Torno a pensare che la vita ha tanta voglia di giocare. Mia sorella è stata fidanzata per 5 anni, poi si è lasciata, e subito dopo ha conosciuto Alex, con cui si è sposata. Anche mio fratello è stato con una ragazza per 3 anni, poi è stato lasciato ed ora frequenta una bellissima donna, sempre di nome Alex. Qualche mese fa mi sono lasciata dopo 3 anni di fidanzamento: nella mia vita ora c'è un ragazzo speciale, riuscite ad indovinare il nome?".
Advertisement
  • "Ho capito che quello era il mio destino quando mi ha detto che suo padre e suo nonno si chiamavano entrambi Alexander, proprio come i miei. Per non rischiare di subire le conseguenze della rottura delle tradizioni, abbiamo chiamato nostro figlio Alexander!".

  • "Ho vissuto a Los Angeles fino a 10 anni. Qui ho frequentato l'asilo. Mia madre e mia zia mi hanno raccontato che da bambino avevo fatto amicizia con una bambina di nome Diana, e ho promesso addirittura di sposarla. Ora vivo a New York e qui ho conosciuto una ragazza di nome Diana, che in un primo momento non ho collegato a nessun ricordo. Quando poi abbiamo iniziato a frequentarci è uscito fuori che lei e la bambina dell'asilo erano la stessa persona. Ovviamente l'ho sposata poco dopo! Le promesse vanno mantenute!".

  • "Ho scoperto che mio marito aveva un'amante il giorno del mio matrimonio. Non sono riuscita a controllare la rabbia, sono scappata e ho preso la prima metropolitana che è passata. Ho iniziato a piangere a dirotto: non si vede tutti i giorni una donna in abito da sposa piangere disperatamente in metro, così mi sono guadagnata lo sguardo di tutti. D'un tratto qualcuno mi ha preso la mano, voleva chiaramente cercare di tirarmi su: mi ha portata fuori dalla carrozza come fosse il mio sposo... È li che ho conosciuto il mio nuovo marito!"
  • "Ho smarrito il mio portafogli: dentro c'erano i miei soldi, le mie carte ed anche una foto del mio gatto. Un paio di giorni dopo ho trovato un telefono sull'autobus. Ho chiamato la madre della persona che lo aveva smarrito, e ci siamo accordati per la restituzione. Ho incontrato il ragazzo che mi ha accolto sorridendo. Era felice di sapere che al mondo c'erano ancora delle persone oneste: gli ho risposto dicendo che sapevo il dispiacere di perdere un oggetto, in quanto avevo smarrito anche io il portafogli. Con stupore mi ha guardato, ed ha tirato fuori dalla tasca un portafogli come il mio: l'ho aperto e c'era tutto, anche la foto del mio gatto! Adesso quel ragazzo è un mio amico. Senza dubbio è stato il destino a farci incontrare. I miracoli possono avvenire!".

  • "Hanno diagnosticato il cancro a mia madre: il dottore mi ha detto che le possibilità che sopravviva sono molto basse. L'ho assistita in ospedale ogni giorno, trascurando il gatto in casa. Alla fine ho deciso di portare con me il gatto in ospedale. Il primo giorno si è seduto sul letto, ai piedi di mia madre ed ha dormito tutto il giorno. La mattina dopo un'infermiera è venuta a fare dei prelievi. Ha notato il gatto sul letto e si accorta che non respirava: 'È morto', ha detto. I risultati del test sono molto positivi e inspiegabilmente la malattia di mia madre sta regredendo. Noi siamo convinti che sia stato il gatto a donarle la sua vita... Non c'è altra spiegazione".
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie