Usa 100 mila libri censurati per costruire un Partenone nel punto in cui i nazisti bruciarono 2000 libri - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Usa 100 mila libri censurati per costruire…
Volute o casuali non importa: le pose di questi cani sono il massimo del divertimento Perché è così difficile fissare negli occhi l'altra persona quando parliamo?

Usa 100 mila libri censurati per costruire un Partenone nel punto in cui i nazisti bruciarono 2000 libri

11 Luglio 2017 • di Giulia Bertoni
22.069
Advertisement

Nel 1933, in quel punto della città di Kassel, i nazisti diedero alle fiamme duemila libri che il regime aveva inserito nella lista di quelli da censurare. Ora, grazie a una manifestazione artistica chiamata Documenta14, un'artista argentina ha realizzato un'opera bellissima che attira tanti visitatori: il Partenone greco di dimensioni reali fatto di libri che ancora oggi, nel mondo, vanno incontro a censura.

L'artista Marta Minujín (74) ha creato questa replica del Partenone utilizzando 100 mila copie di libri vietati.

immagine: Roman März
Advertisement

La gigantesca opera simboleggia la resistenza alla repressione politica.

immagine: Instagram/si.leika
immagine: Instagram/lctanner

L'artista, in collaborazione con gli studenti dell'Università di Kassel, ha individuato 170 titoli di libri che, nel mondo, sono stati o sono tuttora interessati da censura.

Advertisement
immagine: Instagram/jingyinc

L'intera struttura è stata realizzata in acciaio, mentre i libri appaiono imprigionati al suo interno attraverso l'uso di pellicola trasparente.

immagine: Instagram/voework
Advertisement

I visitatori possono aggirarsi fra le colonne del 'Partenone dei libri' e scoprire i libri che più di tutti sono stati oggetto di attenzione da parte di governi e regimi autoritari.

Tags: ArteGermaniaLibri
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie