x
6 alimenti che sarebbe meglio consumare…
3 ragazzi italiani esportano il tramezzino veneto negli USA: il loro business conquista New York Procurava bambini sordi ai preti pedofili: al centro dello scandalo c'è suor Kosaka Kumiko

6 alimenti che sarebbe meglio consumare cotti

10 Maggio 2017 • di Giulia Bertoni
13.714
Advertisement

Al contrario dei cibi che nel processo di cottura perdono buona parte delle sostanze nutritive che li caratterizzano (e per le quali, magari, li abbiamo comprati), ce ne sono alcuni che grazie alla cottura liberano sostanze benefiche per la nostra salute oppure divengono più facili da assorbire dal nostro corpo. Ecco allora sei alimenti che sarebbe meglio consumare cotti.


1. Asparagi

immagine: Graphic Stock

La cottura ideale per trarre vantaggio dai buonissimi asparagi è quella a vapore e con essa si riescono ad assorbire meglio le sue numerose vitamine (A, ma soprattutto B e C) e i suoi antiossidanti (es. l'acido ferulico).

2. Spinaci

immagine: Graphic Stock

Gli spianaci rientrano in una sorta di categoria a sé stante: se consumati crudi si avranno dei vantaggi nell'assorbimento di vitamina C, acido folico, niacina e potassio; quando consumati cotti si assorbono maggiori livelli di vitamina A ed E, fibre, zinco, tiamina, calcio e ferro (per quest'ultimo si raccomanda l'associazione con qualche goccia di limone). Essi, inoltre, contengono un acido, quello ossalico, che a contatto con le pareti intestinali può facilmente provocare irritazioni. Per eliminarlo è appunto necessaria la cottura, ma in generale si può dire che questa verdura può essere consumata in entrambi i modi.

Advertisement

3-4 Carote e zucche

immagine: Graphic Stock

La zucca non è un alimento solitamente consumato crudo ma magari per chi segue un regime alimentare crudista può essere utile sapere che per quanto riguarda esse e le carote, la cottura aiuta il corpo umano ad assorbire il beta-carotene che contengono. Per limitare i danni alla vitamina C si raccomanda sempre la cottura a vapore secondo i tempi necessari, mentre per favorire l'assorbimento della vitamina A si suggerisce di condirle con un filo di olio extra vergine di oliva.

5. Pomodori

immagine: Graphic Stock

Il frutto più popolare dell'estate rientra nel gruppo dei cibi che sarebbero da consumare cotti: si tratta infatti di una grande fonte di licopene, un potente antiossidante "spazzino", la cui bio-disponibilità risulta maggiore in seguito a trattamento termico poiché contribuisce a dissociare i complessi proteici in cui è incorporato.

6. Funghi

immagine: Graphic Stock

In moltissime specie commestibili sono presenti sostante potenzialmente tossiche, o comunque difficili da digerire, che possono essere eliminate solo attraverso la cottura. Se proprio non volete rinunciare a un'insalata di funghi crudi, al massimo potete consumare in piccole quantità l'ovolo buono, gli champignon, i Porcini e la lingua di bue (fistulina hepatica).  

Tags: CiboUtili
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie