Fatta la legge, trovato l'inganno: ecco perché questo bar ha un labirinto davanti alla porta - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Fatta la legge, trovato l'inganno: ecco…
Il Progetto Lebensborn, l'esperimento nazista per la purificazione della razza Quest'azienda italiana ha avuto un'idea geniale per far crescere mobili ricoperti di erba

Fatta la legge, trovato l'inganno: ecco perché questo bar ha un labirinto davanti alla porta

23 Aprile 2017 • di Giulia Bertoni
106.525
Advertisement

Una nuova legge indiana ha messo a repentaglio l'attività commerciale di tantissimi lavoratori: per cercare di arginare il problema della guida in stato di ebrezza, la Corte Suprema ha infatti decretato che dal 1 aprile 2017 tutti gli esercizi che vendono liquori non potranno sorgere a una distanza inferiore di 500 metri dalla strada, statale o autostrada che sia. Ma i proprietari di uno di questi bar non ci è stato e ha pensato a come aggirare il divieto.

Il "nuovo" Aiswarya Bar.

immagine: Enis Erkel

I proprietari di un bar della città di Kerala, che sorgeva a soli 150 metri dall'autostrada 17, hanno pensato a una soluzione che gli permettesse di continuare a lavorare e così pochi giorni prima che la legge venisse approvata hanno costruito una sorta di labirinto-ingresso che allunga il percorso di arrivo all'entrata del Aiswarya Bar di tre volte. Come ha dichiarato il manager del locale Shiju P.: "Non abbiamo fatto nulla di illegale: la zona su cui abbiamo costruito il labirinto apparteneva già al proprietario del locale e grazie ad esso ora la distanza fra la strada e l'ingresso è di 520 metri".

Dal momento che non è la distanza aerea a valere ma quella percorsa a piedi, i funzionari di polizia non hanno potuto fare altro che dare il via libera.

Tags: CuriosiIndia
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie