x
Ingressi nell'oltretomba: ecco alcuni…
L'uomo che creò i lillà: il più grande esperto di botanica al mondo che quasi nessuno conosce Questo ragazzo voleva che il suo CV colpisse più di qualsiasi altro: il modo in cui ci riesce è GENIALE

Ingressi nell'oltretomba: ecco alcuni tra i più famosi e misteriosi del mondo

10 Ottobre 2016 • di Silvia Ricciardi
14.097
Advertisement

Indipendentemente dalla particolare religione in cui credete, la maggior parte di quelle esistenti contempla la vita ultraterrena e, di conseguenza, un mondo che la ospiti. E se vi dicessimo che, sparse per il mondo, esistono porte che danno accesso al mondo dei non-viventi?

Dalla Cina alla Grecia, e perfino nell'isolata Islanda, esistono 11 luoghi persi nel tempo che si dice nascondano l'entrata per raggiungere l'oltretomba. Dove si trovano e perché si crede siano vie d'accesso all'aldilà? Scopriamolo insieme...


1. Le caverne di Capo Matapan, Grecia.

Situate sulla punta più a sud della penisola greca, le caverne di Capo Matapan si affacciano su una scogliera, al livello del mare. Secondo gli Antichi Greci queste grotte erano considerate le porte di accesso all'Ade, il regno delle ombre, e infatti furono il luogo da dove passò Orfeo per andare a recuperare la sua Euridice.

2. Hekla, Islanda.

Nelle montagne più a sud dell'Islanda si trova Hekla, una cava infuocata di lava che è stata per molto tempo associata alla cava infuocata di tradizione cristiana. Ci sono state più di 20 eruzioni importanti a partire dall'874 A.C., anche se recentemente regna la pace, comunque gli islandesi ritengono che sia un posto stregato in cui si riuniscono le streghe nel periodo della Pasqua.

Advertisement

3. La città dei fantasmi di Fengdu, Cina.

immagine: Britrob/CC BY 2.0

Nel cuore della Cina si trova una città fantasma, esattamente vicino a Naraka, considerata il tempio della mitologia cinese. Situata sulla Ming Hill, Fengdu è un insediamento che ha oltre 2000 anni e deve il suo appellativo di città dei fantasmi al fatto che due ufficiali rinnegati fuggirono proprio in questi luoghi per scappare dalla collera dell'imperatore. 

4. Lacus Curtius, Italia.

immagine: MM/CC BY-SA 3.0

Situata all'interno del Foro Romano vi è questa piccola lastra di pietra che però permette a Roma di nascondere una delle porte per l'aldilà. Livio narra che tutto ebbe inizio quando un oracolo predisse la caduta di Roma a meno che non fosse stato fatto un sacrificio. La leggenda narra che fu proprio il centurione Marcus Curtius a sacrificare la sua stessa vita, in sella al suo cavallo, dirigendosi nel baratro aperto proprio in corrispondenza di questa sacra lastra. Grazie al suo nobile gesto di sacrificio, il baratro si chiuse dietro di lui, salvando Roma.

5. La grotta di Actun Tunichil Muknal, Belize.

Questa grotta, situata nell'attuale Stato del Belize, nell'America Centrale, veniva considerata dai Maya come una delle vie d'accesso al loro aldilà, che chiamavano Xibalba. Si possono trovare numerosi resti umani all'interno della grotta, molti dei quali appartenenti a uomini dati in sacrificio al Dio della pioggia Chac.

Advertisement

6. I cancelli di Guinee, Louisiana.

immagine: flickr.com

Seconda la mitologia Vodoo, le persone morte da poco tempo vengono inviate in una sorta di purgatorio prima di intraprendere un viaggio ed incontrare i loro antenati nelle cosiddette "profonde acque". Ebbene, ci sono storie che parlano di praticanti Vodoo che hanno aperto i cancelli di Guinee proprio per reclamare le anime dei defunti... e quei cancelli sono collocati proprio in Lousiana.

7. Il cancello di Pluto, Turchia.

immagine: Mach/CC BY-SA 3.0

Il sito adoperato dagli antichi greci e noto come cancello di Pluto, o Plutonion, è stato solo recentemente riscoperto in Turchia. Si tratta di un antico tempio caratterizzato da vapori tossici che provengono dalle profondità dei tunnel che vi si trovano sotto. In tempi antichi quei fumi venivano inalati dai sacerdoti di Pluto, permettendo loro di giungere a stadi allucinatori di contatto con gli Inferi.

Advertisement

8. Il Purgatorio di San Patrick, Irlanda.

Nei testi sacri cristiani il Purgatorio di San Patrizio appare come l'entrata verso l'inferno e si presenta come un piccolo monastero situato sulla Station Island d'Irlanda. Secondo la leggenda, San Patrick un giorno visitò l'isola e fu proprio lì che ebbe visioni di Cristo che gli mostrava i tormenti dell'inferno. E fu così che venne costruito il monastero, come sorta di "tappo" per un luogo che appariva come l'entrata agli inferi.

9. Chinoike Jigoku, Giappone.

Quest'entrata, invece, assume le sembianze di una piscina degli inferi... Chinoike Jigoku significa "lago infernale sanguinante" ed è presieduto da statue di demoni, alcune ricavate direttamente nelle rocce. In tempi antichissimi veniva utilizzato per torturare i prigionieri, prima di immergerli nell'acqua bollente.

Advertisement

10. I Sette Cancelli dell'Inferno, Pennsylvania.

immagine: Nicholas/CC BY 2.0

Seppelliti all'interno di una foresta in Hellam Township si narra ci siano i Sette Cancelli dell'Inferno. La leggenda vuole che, chiunque attraversi i Sette Cancelli nell'ordine giusto, sia teletrasportato in una dimensione ultraterrena, l'oltretomba!

11. La Grotta di Sibyl, Italia.

A Napoli si nasconde il più antico passaggio che si crede essere diretto verso il mondo ultraterreno. Leggende narrano che in questa grotta trovò riparo Enea e che venne condotto da una misteriosa guida fino alle profondità della Terra.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie