Tutte le lacrime sembrano uguali, ma osservandole da vicino riservano delle sorprese - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Tutte le lacrime sembrano uguali, ma…
Scavano per realizzare condotte idrauliche e scoprono un tesoro romano del III secolo Una pellicola che ripara la cornea: ecco l'operazione che ridarà la vista a milioni di persone

Tutte le lacrime sembrano uguali, ma osservandole da vicino riservano delle sorprese

37.258
Advertisement

Per una gioia intensa, per dolore, per rabbia o per nostalgia... Le lacrime bagnano milioni di guance al mondo ogni giorno ma il sentimento che le scaturisce non è mai lo stesso. Ognuno di noi produce lacrime diverse a seconda del motivo ma soprattutto per l'intensità dell'emozione provata.

L'olandese Maurice Mikkers, ex tecnico di laboratorio chimico con la passione per la fotografia, ha condotto uno studio molto interessante: ha ingigantito le lacrime sotto la lente del microscopio ed ha trovato che effettivamente non hanno mai una forma identica tra loro. 

Ognuno di noi è diverso in tema di pianto: chi lacrima anche per gioia e chi invece non riesce a farlo neanche in un momento di dolore.

Maurice Mikkers ha avuto l'idea di osservare le lacrime al microscopio a seguito di un pianto scaturito da un urto del piede contro lo spigolo del tavolo. Incuriosito dall'argomento ha chiesto ai suoi amici di poter raccogliere le loro e di specificare il motivo che le ha prodotte.

Una volta raccolte su un vetrino, il fotografo lascia le lacrime cristallizzare prima di visionarle al microscopio. 

Apparentemente le lacrime sembrano tutte uguali, liquide, trasparenti, salate... E invece no.

Tutte le lacrime, anche appartenenti alla stessa persona, hanno una forma ed una composizione diversa.

Advertisement

La scienza suddivide le lacrime in tre tipi: quelle emotive, quelle di riflesso e quelle basali.

Le prime sono associate ad emozioni intense e spesso sono quelle che si trattengono più facilmente rispetto alle altre tipologie. Si piange per rabbia, per dolore o per felicità. 

Riuscire a non versare lacrime mentre si taglia la cipolla è impossibile: ecco come vengono prodotto le lacrime di riflesso. Appartengono a questa categoria anche quelle dovute a reazioni allergiche.

Le lacrime basali non sono associate ad alcun stato emotivo ma sono fondamentali per la salute dell'occhio: queste sono sempre presenti sulla superficie e tengono umettato il bulbo oculare. 

Mikkers ha individuato una correlazione tra composizione chimica della lacrima e categoria di appartenenza, ma non un legame con la forma.

Ogni volta, le lacrime si presentano con una forma diversa: la creatività del nostro corpo è praticamente infinita! 

Mikkers ha raccolto una notevole quantità di fotografie di lacrime dei suoi amici e conoscenti e le ha proposte al pubblico con il suo progetto "The Imaginarium of Tears".

Fiocchi di neve, fiori, stelle, foglie... Guardare nelle lacrime è come puntare gli occhi in un kaledoscopio!

La causa dell'emissione delle lacrime non sembra influenzare la forma microscopica bensì la composizione.

Le lacrime emozionali hanno un contenuto più elevato in proteine, potassio e ormoni che hanno un ruolo chiave nel sistema immunitario.

Il motivo per cui si piange potrebbe essere quello di espellere determinate sostanze che aumentano durante un evento traumatico, proteggendo il corpo da infarti ad esempio.

Ecco come appare al microscopio una lacrima emotiva... Semplicemente affascinante!

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie