Raccolgono il miele a mani nude ad altezze vertiginose: ecco le immagini di questo rituale antichissimo - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Raccolgono il miele a mani nude ad altezze…
Se ne va il cane più vecchio del mondo: 30 anni di vita spensierata in fattoria Le dicono che il suo anello di fidanzamento è troppo piccolo: con questa risposta zittisce tutti

Raccolgono il miele a mani nude ad altezze vertiginose: ecco le immagini di questo rituale antichissimo

20 Aprile 2016 • di Marco Renzi
6.629
Advertisement

Il fotografo inglese Andrew Newey ha documentato, in un reportage spettacolare, la rischiosa e affascinante raccolta del miele ad opera della tribù Gurung. I Gurung vivono ai piedi dell'Himalaya, in Nepal, e perpetrano la tradizione antichissima (e pericolosa) della raccolta del miele, rischiando la vita.

Ecco gli scatti mozzafiato che li mostrano in azione.

La tradizione della raccolta del miele è millenaria, ma rappresenta per i Gurung un'attività rischiosissima.

La praticano a piedi nudi, appesi a delle corde sospese nel vuoto e aiutandosi con dei bastoni di bambù chiamati "tangos".

Advertisement

Prima della raccolta, i Gurung praticano dei rituali propiziatori, rivolgendo preghiere agli dei della montagna.

Advertisement

Le api dell'Himalaya appartengono alla specie dell'Apis Laboriosa, la più grande del mondo.

All'estremità del bastone c'è un coltello, che i cacciatori di miele usano per intagliare il nido, così da farne fuoriuscire il miele, che cola nel cesto.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie