Ecco a voi una delle ultime oasi del deserto sudamericano: un paradiso con le ore contate - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Ecco a voi una delle ultime oasi del…
Una ragazza sviene in treno. Quando si riprende, trova un messaggio che non dimenticherà Il modo in cui chiudi il pugno potrebbe rivelare qualcosa sulla tua personalità

Ecco a voi una delle ultime oasi del deserto sudamericano: un paradiso con le ore contate

5.719
Advertisement

Siamo sempre stati abituati a immaginare le oasi come quei luoghi idilliaci a metà tra realtà e leggenda, in cui fortunati esploratori al limite delle forze si imbattevano per trovare un provvidenziale ristoro.

Scopriamo però che nel sud-ovest del Perù si trova una piccola perla naturale situata nel bel mezzo del deserto ed abitata da circa 100 residenti stabili. Ecco a voi Huacachina, una vera oasi nata attorno ad un lago color smeraldo.

Fonti e immagini:  imgur | twistedsifter | amusingplanet | wikipedia

Essendo nel bel mezzo del deserto, la temperatura è di solito piuttosto elevata, anche se si può trovare facilmente sollievo sulla costa del Pacifico che si raggiunge con appena un'ora di macchina.

Negli anni '40 e '50, Huacachina divenne una meta gettonata per la nobiltà peruviana, ma negli anni '90 la forte spinta propulsiva della pubblicità l'ha potata ad essere una meta turistica meno elitaria.

Advertisement

Con il tempo la popolazione stabile si è ridotta a un centinaio di individui, che vivono esclusivamente di turismo attraverso i numerosi resort presenti.

Huacachina è stata soprannominata l'Oasi dell'America, ed è una delle ultime oasi naturali rimaste nel continente. Attorno al lago smeraldo si affollano palme, eucalipti e acacie, che costituiscono un ottimo punto di relax e ristoro per i turisti e i numerosi uccelli migratori che vi stazionano.

Advertisement
Advertisement

Oltre al fatto di rilassarsi in un luogo indubbiamente evocativo ed affascinante, i turisti possono dedicarsi alle attività tipiche del turismo nei pressi del deserto, come il sandboarding (lo snowboarding su sabbia) o le gite tra le dune, che possono raggiungere diverse centinaia di metri di altezza.

Advertisement

Secondo un articolo del Times de Perú, i residenti hanno sfruttato in maniera eccessiva la riserva di acqua, con il risultato che oggi la gran parte viene pompata dal sottosuolo. Considerando quanto fragile possa essere l'equilibrio di un ecosistema come questo, le prospettive ci appaiono subito allarmanti.

Se ti è piaciuto questo luogo e stai programmando un viaggio al di là dell'oceano, non temporeggiare: come spesso accade a questi gioielli naturali, la macchina del turismo rischia di farlo sparire per sempre!

Tags: ViaggiCuriosiNatura
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie