Graffi sullo schermo dello smartphone: quando e come si può usare il dentifricio

di Davide Bert

22 Settembre 2023

Graffi sullo schermo dello smartphone: quando e come si può usare il dentifricio
Advertisement

Pc, tablet e cellulari sono oggi strumenti di uso quotidiano, praticamente indispensabili, a casa come in ufficio. La loro utilità però è paragonabile solo alla loro fragilità. Infatti basta poco per comprometterne il funzionamento o comunque la qualità delle prestazioni. Tra gli incidenti più frequenti e fastidiosi, ci sono di sicuro i classici graffi sullo schermo dello smartphone. Questo succede dopo una caduta o per involontario contatto e sfregamento con superfici appuntite. Che fare allora? Ci si rassegna al display rovinato? Lo si porta subito in assistenza spendendo tanto? Prima di disperare si può ricorrere a un rimedio casalingo, facile, veloce e abbastanza efficace.

Advertisement

Il dentifricio: funziona sugli schermi graffiati?

Il dentifricio: funziona sugli schermi graffiati?

pixabay

Per eliminare, o per lo meno ridurre, i graffi sullo schermo dello smartphone si può utilizzare il dentifricio. Facile comprendere la tua perplessità, eppure questo metodo funziona davvero. La spiegazione sta nella composizione del prodotto, che ha un effetto simile a quello della pasta abrasiva che si usa per la carrozzeria delle auto.

In questo caso però, l’azione delle micro particelle è più delicata e meno invasiva, anche perché il display è più sottile e non reagisce bene a trattamenti troppo vigorosi. Meglio usare il dentifricio classico, non quello in gel, troppo denso e di consistenza appiccicosa.

Advertisement

Come togliere i graffi dallo schermo con il dentifricio

Veniamo adesso alla procedura per togliere i graffi sullo schermo dello smartphone. Procurati un panno in microfibra e usalo per spalmare delicatamente il dentifricio su tutto il display. In alternativa puoi usare un bastoncino di cotone - quelli che si usano per la pulizia delle orecchie. Effettua dei movimenti circolari, tornando all’occorrenza più volte sugli stessi punti più usurati.

A questo punto, prendi un altro panno in microfibra pulito, e utilizzalo per rimuovere tutto il prodotto in eccesso. Già con la prima applicazione dovresti notare una visibile riduzione dei segni. Precisiamo che questo “trucchetto” è utile per i graffi leggeri, non certo per le incisioni più profonde e che si sentono addirittura al tatto. In quella circostanza ti conviene portare il telefonino in assistenza.

In linea generale è sempre saggio usare la pellicola protettiva in fibra di vetro temperato. 

 

Come preservare l'integrità dello schermo.

Come preservare l'integrità dello schermo.

Curioctopus

Secondo uno studio tocchiamo lo schermo del cellulare fino a 2600 volte al giorno! Piccole graffi sono il minimo che può capitare ad un oggetto di natura fragile che viene usato così spesso. È bene quindi sempre munire lo smartphone di una protezione, non solo in casi di cadute e scivolate, ma anche per quei piccoli contatti con oggetti esterni che possono lasciare una piccola traccia a lungo andare. Soprattutto se si ha intenzione di rivendere lo smartphone, proteggere lo schermo è essenziale: il prezzo dei prodotti usati viene valutato in primis a partire dallo stato dello schermo.

Quale opzioni abbiamo per proteggere lo schermo dei cellulari?

  • Custodie a portafoglio: molte le considerano poco estetiche, eppure sono molto efficaci nella protezione degli schermi: quando non è usato, il cellulare è coperto e non c'è modo che lo schermo possa essere rovinato involontariamente. 
  • Pellicole adesive: ne esistono ormai di ogni tipologia, in vetro temperato, con effetto opaco per la privacy, con antiriflesso in caso di utilizzo all'esterno. Conviene non risparmiare su una pellicola, ma di spendere il giusto per garantire lunga vita allo schermo 

Scegli l'opzione giusta che fa per te, avendo cura dello smartphone e del suo schermo! 

Advertisement