Rimuovere la cera delle candele è impossibile? Prova questo trucco facile e veloce

di Davide Bert

17 Settembre 2023

Rimuovere la cera delle candele è impossibile? Prova questo trucco facile e veloce
Advertisement

Anche nell’era dei climatizzatori e delle lampadine a led, il calore e il colore di una fiamma, usata per riscaldare o per illuminare, conserva sempre un’atmosfera magica. Tuttavia c’è un piccolo problema, vale a dire i residui che ogni combustione lascia per forza di cose dietro di sé. Nel dettaglio, rimuovere la cera della candele può essere più difficile di quanto si pensi. Ma un trucco ci viene in aiuto quando non siamo troppo attenti a non far cadere la cera in giro e sui tessuti.

Advertisement

Lavatrice sì, ma non subito

Lavatrice sì, ma non subito

Marco Verch Professional/Flickr

Ad esempio non si possono mettere direttamene in lavatrice indumenti o tovaglie macchiate. La ragione è che nel cestello la cera si scioglie, si disperde e quindi si diffonde poi ad altri tessuti andando a formare altre macchie e aloni. Si possono utilizzare allora rimedi come bicarbonato e limone o dei solventi come grasso, olio o benzina, però prima è necessario pretrattare.

Oggi ti spieghiamo i metodi più efficaci per rimuovere la cera delle candele in modo rapido e definitivo.

Advertisement

Prima di tutto fai questo

Prima di tutto fai questo

James Mitchell/Wikimedia

Le strategie per rimuovere la cera delle candele sono essenzialmente due, col caldo e col freddo. 

  • Trattamento a caldo. Questo sistema è adatto per oggetti e superfici solide. Bisogna dunque versare acqua alla temperatura di almeno 65 gradi Celsius. Mai mettere posate o bicchieri sporchi di cera in lavastoviglie. Lo stesso fenomeno accennato per la lavatrice si verifica anche in questo caso. La cera si scioglie, finisce nello scarico, si solidifica nuovamente e ostruisce i tubi. 

  • Trattamento a freddo. Un po’ come nel caso della gomma da masticare tra i capelli, il segreto è far indurire la sostanza. Se si tratta di piccoli oggetti li si può mettere nel congelatore. Per gli abiti basta passare cubetti di ghiaccio o spray che abbattono la temperatura. Questi ultimi però non sono adatti a materiali delicati perché il tessuto si può rovinare o presentare residui. 

Una soluzione per ogni problema

A questo punto è chiaro che non si può usare lo stesso sistema per rimuovere la cera della candele in tutte le situazioni. Ogni oggetto, tessuto o superficie esige un trattamento diverso. 

  • Tessuti. Il sistema a freddo è necessario per il primo step. Quando la cera si indurisce la si può staccare manualmente. In seconda battuta si può usare il metodo a caldo per i residui. Lo stesso vale per tappeti e divani usando i prodotti detergenti appositi. 

  • Vetro. Per bicchieri, piatti o qualunque oggetto serve prima raschiare il grosso della cera con una spatolina di legno per non lasciare graffi. Poi si usa il metodo a caldo, badando bene di raccogliere il liquido disciolto in un colino. Così si filtra la cera senza otturare le tubature. 

  • Superfici. Da pavimenti o pareti porose, meglio tamponare inizialmente con carta assorbente per evitare di far penetrare la cera in profondità. Su zone levigate, attenzione a graffi e abrasioni. 

 

 

 

Advertisement