x
"Ho lasciato il mio lavoro nella scuola,…
Il figlio di 15 anni aspetta un bambino dalla fidanzata: Sente dei rumori in cucina, scatta una foto e vede il volto di un uomo:

"Ho lasciato il mio lavoro nella scuola, guadagno di più come barista": ex insegnante si sfoga sui social

20 Ottobre 2022 • di Laura Ossola
14.792
Advertisement

Che l'educazione sia fondamentale è indubbio e siamo tutti d'accordo nel pensare che la scuola abbia un ruolo importante se si pensa al futuro, il nostro ma soprattutto quello dei nostri figli. Per questo quando scegliamo la scuola a cui iscriverli vogliamo che sia la migliore, per infrastrutture e per insegnanti, che vorremmo non solo formati, ma anche appassionati e capaci di trasmettere ai ragazzi la passione per il sapere. 

Ma pensiamo mai agli insegnanti? Che sia per vocazione o per ripiego, quello del docente non è mai un lavoro semplice: studenti svogliati o distratti, genitori sempre pronti alle lamentele, presidi esigenti. Per non parlare degli orari ridotti o dei continui cambiamenti di scuola. In questo purtroppo tutto il mondo è paese, anche se ogni Stato ha le sue lacune in tema di istruzione.

via: Newsweek

immagine: @emmtee23/TikTok

Su questo tema si è sfogata su TikTok un'ex insegnante dell'Arizona, MT, dichiaratasi intristita e arrabbiata per lo stipendio esiguo ricevuto come docente. In un video che ha ricevuto moltissime visualizzazioni la donna ha raccontato di avere lavorato come maestra di quinta elementare per due mesi, ma ha abbandonato la professione perché lo stipendio era troppo basso, costringendola ad attingere ai suoi risparmi mentre molti suoi colleghi ricorrevano a un secondo lavoro.

Non volendo fare carriera, ha sostenuto un colloquio come barista e quando ha scoperto la paga offerta è rimasta allibita. "Come barista, puoi guadagnare dai 20 ai 22 dollari l'ora. Come insegnante, questo mi fa arrabbiare molto anche solo a dirlo, ho guadagnato 12 dollari l'ora" ha detto la giovane nel video. "Ho guadagnato 12$ l'ora per lavorare la domenica, lavorare il sabato, lavoro dopo lavoro, gestire un'intera classe di 30 bambini di dieci anni; gli insegnanti non ottengono credito. Non posso credere che avrei potuto essere una barista per tutto questo tempo."

Contrastanti le reazioni degli utenti, alcuni dei quali si sono dichiarati solidali con la giovane, affermando che gli insegnanti meritano una paga più alta. Altri hanno invece rimproverato la donna, che a loro avviso avrebbe dovuto informarsi meglio sul salario che avrebbe ricevuto da docente prima di iniziare la sua carriera lavorativa. La presidente dell'Arizona Education Association Marisol Garcia ha dichiarato che il caso della giovane non è isolato e molti docenti stanno abbandonando la carriera per lo stesso motivo. "Sono persone di questo tipo che entrano nella professione: persone che vogliono il meglio per il bene comune, che credono nella possibilità del cambiamento e si fidano dell'istituzione" ha continuato. "E sfortunatamente, le istituzioni, in questo momento, stanno deludendo queste persone e quindi l'esodo degli educatori".

Non è un mondo per insegnanti a quanto pare, quindi. Tu che ne pensi?

Tags: ScuolaLavoriStorie
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie