Giocare ai videogiochi è sbagliato? Al contrario: migliora l'intelligenza dei bambini, parola della scienza

di Matteo Cicarelli

02 Ottobre 2022

Giocare ai videogiochi è sbagliato? Al contrario: migliora l'intelligenza dei bambini, parola della scienza
Advertisement

I videogiochi, fin da quando sono stati inventati, sono il passatempo preferito dei bambini, anche se un po' meno dalle mamme. Prima, gruppi di ragazzi si riunivano in locali specifici e passavano ore davanti alle console, sfidandosi a chi riusciva a raggiungere il punteggio più alto. Lo sviluppo tecnologico ha portato a un miglioramento dei giochi elettronici rendendoli più piccoli e compatti, permettendo in questo modo di averli in casa.

Spesso, però, le mamme si lamentano che i figli passano troppo tempo davanti allo schermo credendo che non facciano bene. Adesso, i bambini, però, hanno un motivo in più per giocare alle varie console, perchè una ricerca ha rivelato che i videogiochi migliorano l'intelligenza.

via Nature

Pexels - not the actual photo

Pexels - not the actual photo

Le ricerche, infatti, hanno dimostrato che i videogiochi possono offrire svariati benefici, perché spingono la mente a essere sempre attiva e a cercare soluzioni alternative. Naturalmente, non si deve sostare davanti allo schermo troppo a lungo e il tutto deve essere consono alla propria fascia d'età.

I videogiochi hanno un impatto positivo sull'intelligenza dei bambini, infatti gli studi hanno evidenziato un incremento del QI e delle loro capacità cognitive. Nonostante, questo aumento sia minimo, comunque rappresenta una scoperta significativa.

Lo studio è stato compiuto da un team di scienziati dell'Istituto Karolinska di Stoccolma, dell'Università di Vrije di Amsterdam e di quella di Duisburg-Essen (Germania). La ricerca è stata effettuata su un campione di quasi 10.000 bambini (maschi e femmine), di un'età compresa tra i 9 e i 10 anni.

Tutti i piccoli sono stati sottoposti a test psicologici, cognitivi e a questionari. In un primo momento, è stato determinato che in media questi ragazzi passavano 2,5 ore davanti alla TV, videogiochi e social.

Advertisement
Pexels - Not the actual photo

Pexels - Not the actual photo

Successivamente, tutti coloro che hanno risposto ai questionari, sono stati, poi, seguiti dagli scienziati per 2 anni. Una volta passato questo lasso di tempo, sono sono stati ripetuti i test. I dati emersi hanno rivelato che coloro che giocavano più a lungo ai videogiochi hanno avuto un incremento di 2,5 punti del quoziente intellettivo.

Questi risultati dimostrano, che al contrario di quanto si credesse, i videogiochi non compromettono l'intelligenza ma aiutano a incrementarla.

Cosa ne pensate di questo studio?

Advertisement