Il bacon e gli hot dog crescono sugli alberi: almeno così credono molti bimbi, lo rivela uno studio

Matteo Cicarelli

06 Agosto 2022

Il bacon e gli hot dog crescono sugli alberi: almeno così credono molti bimbi, lo rivela uno studio
Advertisement

L'innocenza è una caratteristica che viene spesso associata ai più piccini. Infatti, quando si è piccoli si crede a molte cose, poi con il tempo si capirà, con estremo stupore ma anche con un pizzico di rammarico, che non sono vere. Probabilmente, questo è quello che succederà a molti bambini statunitensi, quando scopriranno che il bacon e gli hot dog non crescono sugli alberi. 

Una ricerca scientifica ha evidenziato che circa il 41% dei bambini degli Stati Uniti di età compresa tra i 4 e i 7 anni crede che gli hamburger, gli hot dog e la pancetta provengano da delle piante. Lo ha dimostrato la ricerca compiuta da un team di psicologi e pubblicata sulla rivista scientifica Journal of Enviromental Psychology

via everyeye.it

Advertisement

Pexels -not the actual photo

Gli studiosi hanno tentato di valutare le conoscenze alimentari dei più piccoli, attraverso alcune domande riguardanti l'origine degli alimenti. Alcuni dei 176 intervistati hanno dato, per certi versi, risposte esilaranti, ma che dall'altra parte evidenziano molte lacune. La metà, circa, non conosce da dove proviene realmente il cibo. Il 47% dei bambini ritiene che il formaggio sia di origine vegetale e le patate fritte di origine animale. Ma le risposte che suscitano maggiore ilarità sono quelle relative agli hot dog, agli hamburger e alla pancetta. Il 40% crede che questi alimenti nascano e crescano sulle piante. 

Inoltre, sembra che ci sia una grande difficoltà nel distinguere ciò che è commestibile da quello che non lo è. La maggior parte degli intervistati, infatti, ritiene che il pollo, la mucca e il maiale non siano commestibili. Per l'1%, però, la sabbia si può mangiare

Pexels - not the actual photo

Il team di scienziati ha tentato di dare una spiegazione riguardo queste errate credenze. Molto probabilmente, i genitori negano la provenienza della carne dagli animali, perché sarebbe poi difficile spiegare loro la reale origine. 

Lo studio, in definitiva, ha evidenziato che in giovane età si fa molta confusione quando si parla di cibo. Adesso, sta ai genitori aiutare i bambini a schiarirsi le idee e ad acquisire maggiore consapevolezza in ambito alimentare. In tal modo, un domani, potranno compiere autonomamente e consapevolmente le scelte su cosa mangiare. 

Voi da piccoli a cosa credevate? 

Advertisement