x
Donna scopre che la sua casa è stata…
16 oggetti e monumenti antichi che ci mostrano tutta l'abilità e l'ingegno degli artigiani di un tempo

Donna scopre che la sua casa è stata demolita per errore da una società di costruzioni: "Sono devastata"

14 Aprile 2022 • di Francesca Argentati
1.535
Advertisement

La casa è sinonimo di rifugio, nido, sicurezza: o meglio, così dovrebbe essere. Soprattutto se l’abitazione è di nostra proprietà a tutti gli effetti. Sì, perché all’interno delle proprie mura domestiche, la certezza di essere in luogo che ci appartiene e che ci protegge dona un senso di calore e serenità che nessuno può portarci via. In teoria.

Per una donna americana, infatti, non è stato proprio così, tutt’altro: la sua casa è stata demolita del tutto inaspettatamente e in modo accidentale.

via: CBS 42

L’episodio è avvenuto negli Stati Uniti, dove Jennifer Pulliam viveva nella casa che apparteneva alla sua famiglia dal 1965.

Durante un week-end, una società di costruzioni si è introdotta nell’abitazione e l’ha distrutta. La donna ha appreso la notizia da un parente, che ha scoperto il fatto prima di lei. Guardando un video online, hanno individuato il nome della società responsabile, che però non è stato reso noto ufficialmente.

Jennifer si era trasferita nella proprietà, che era di suo nonno, quando aveva dieci anni. Dopo aver saputo quanto successo, era sconvolta: “Ho pianto per due giorni, ero devastata.”

A quel punto la donna ha contatto la polizia, denunciando la società di costruzioni colpevole dell’accaduto. Il titolare ha confessato di aver demolito l’abitazione, dichiarando che si era trattato di un errore.

La Pulliam ha dichiarato: “Non ero contenta quando mi hanno detto di non poterli arrestare perché non c'era alcun intento malevolo o dannoso. Dovrei solo citarli in giudizio in tribunale.”

La donna intende procedere in questo senso, avviando una causa legale. Inoltre, non ha ricevuto nemmeno delle scuse da parte dell’azienda che le ha provocato l’enorme danno, né maggiori delucidazioni sui motivi per cui è successo.

“Non so cosa si inventeranno per rimediare o come lo faranno, ma quella casa per me non ha prezzo ha concluso Jennifer.

Oltre al valore economico, infatti, per la donna la casa aveva un immenso valore affettivo, aspetto questo che potrebbe farle vincere la causa, ottenendo la ricostruzione dell’abitazione.

Molti i commenti indignati degli utenti, che si sono schierati dalla sua parte invitandola a pretendere giustizia. Saranno le sedi competenti a stabilire l'evoluzione di questa a dir poco spiacevole situazione.

Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie