x
La storia è fatta da noi: 16 immagini…
Il vicino lo Trova in casa dei bigliettini con una calligrafia misteriosa:

La storia è fatta da noi: 16 immagini del passato dedicate alla gente comune della classe operaia

22 Marzo 2022 • di Francesca Argentati
1.754
Advertisement

Quando si pensa ai grandi momenti del passato che hanno fatto la storia della storia, la mente corre verso re e regine, imperatori e combattenti valorosi, personaggi che per le loro gesta si sono conquistati un posto d’onore nei libri di scuola. Nomi rimasti blasonati nei secoli, che rappresentano i pilastri di un tempo trascorso su cui si fonda il nostro presente. Eppure, tanti altri uomini hanno lottato in favore dell’evoluzione e delle conquiste sociali: parliamo della classe operaia, categoria di umili che al pari degli altri più famosi non va dimenticata.

Sui social l’account “Working Class History” ce lo vuole ricordare: “La storia non è fatta da re o politici, è fatta da noi: miliardi di persone comunirecita la didascalia.

Ecco 16 delle immagini più rappresentative.

via: Instagram

1. Senzatetto, Australia, 1946

"In questo giorno, 20 marzo 1946, un gruppo di senzatetto, alcuni dei quali veterani della Seconda guerra mondiale, occuparono la villa Maramanah di 20 stanze a King's Cross, Sydney, Australia. L'edificio era di proprietà del Comune e doveva essere demolito. L'azione di successo contribuì a stimolare un'ondata di occupazioni in tutto il Paese, che ottenne alloggi per un gran numero di persone nel mezzo della crisi abitativa."

2. Rivolta di Harlem, 1935

"Il 19 marzo 1935, ebbe luogo la rivolta di Harlem. La Grande Depressione aveva già provato la classe operaia in tutto il mondo, ma con la segregazione e le disuguaglianze razziali negli Stati Uniti, la vita era particolarmente difficile per i neri.
Harlem, nonostante fosse il centro di vivaci movimenti artistici e sociali, non era diversa; forze come l'abbandono del governo, la discriminazione sul lavoro, la disoccupazione, la povertà e la brutalità della polizia crearono le condizioni affinché uno sfogo fosse inevitabile."

Advertisement

3. Nada Dimić, 1942

"Il 17 marzo 1942, la militante comunista e antifascista jugoslava Nada Dimić fu giustiziata nel campo di concentramento di Stara Gradiška. Nata da genitori serbi, fu membro della prima unità partigiana jugoslava in Croazia e partecipò a incursioni di sabotaggio sulle ferrovie.  Nel 1951 fu dichiarata eroe nazionale della Jugoslavia."

4. Gerda Taro, 1933

On this day, 19 March 1933, German Jewish photographer Gerta Pohorylle (better known as Gerda Taro) was arrested by the...

Pubblicato da Working Class History su Sabato 19 marzo 2022

"Il 19 marzo 1933, la fotografa ebrea tedesca Gerta Pohorylle (meglio conosciuta come Gerda Taro) fu arrestata dai nazisti in Germania e interrogata su un presunto complotto comunista per rovesciare Hitler. Era già nota alle autorità come membro di un gruppo giovanile comunista che era coinvolto nella distribuzione di volantini antifascisti. Dopo due settimane di detenzione venne rilasciata, riuscì a fuggire dal paese utilizzando un passaporto falso e venne accolta dai comunisti a Parigi."

5. Bambini, New York, 1964

On this day, 16 March 1964, 267,459 children in New York City boycotted classes in a second mass walkout in protest at...

Pubblicato da Working Class History su Mercoledì 16 marzo 2022

"Il 16 marzo 1964, 267.459 bambini a New York City boicottarono le classi in un secondo sciopero di massa per protestare contro la segregazione razziale de facto nelle scuole. Il numero costituiva il 26% degli alunni registrati in città, ma segnò un calo significativo rispetto al 45% che partecipò alla prima azione e rifletté principalmente la partecipazione degli studenti neri, poiché il principale gruppo per i diritti civili portoricani rifiutò il suo sostegno."

Advertisement

6. Vietnam, 1971

"Il 16 marzo 1971, due luogotenenti statunitensi presso la base aerea di Bienhoa vicino a Saigon (ora Ho Chi Minh City), Vietnam, furono uccisi quando una granata a frammentazione esplose negli alloggi degli ufficiali. Fu solo uno dei centinaia di incidenti durante la guerra del Vietnam di ciò che è stato soprannominato 'fragging', quando le truppe statunitensi uccidevano ufficiali che consideravano oppressivi o li mettevano in pericolo eccessivo."

7. Pietrogrado, 1921

Il 16 marzo 1921, l'Armata Rossa al comando di Leon Trotsky inscenò il sanguinoso assalto finale agli operai e ai marinai di Kronstadt, dopo che si erano ribellati contro la fiorente dittatura bolscevica. I ribelli, per lo più comunisti e socialisti dissidenti, protestarono contro la repressione degli scioperi a Pietrogrado e chiesero la libertà sindacale, la libertà di parola per i lavoratori e i rivoluzionari, la libertà per i prigionieri politici socialisti e l'abolizione delle razioni alimentari aumentate ai burocrati del Partito bolscevico."

Advertisement

8. Egitto, 1919

"Il 15 marzo 1919, migliaia di donne in Egitto marciarono per protestare contro l'occupazione britannica. In particolare, l'arresto e la deportazione a Malta di Saad Zaghlul, un eminente politico egiziano, e di molti altri attivisti causarono un'indignazione diffusa e rafforzarono il sentimento anticolonialista. Fu uno dei primi eventi della rivoluzione egiziana che alla fine avrebbe rovesciato il dominio britannico."

9. Einstein, 1879

"Il 14 marzo 1879, nacque in Germania il leggendario fisico Albert Einstein. Sebbene sia famoso soprattutto per le sue teorie scientifiche che hanno cambiato il mondo, Einstein era anche un socialista e nel 1949 scrisse una breve critica devastante del sistema capitalista e dei suoi difetti intrinseci che fu pubblicata su Monthly Review.
In esso, sostenne: 'Considero questa paralisi degli individui il peggior male del capitalismo. Il nostro intero sistema educativo soffre di questo male. Un atteggiamento competitivo esagerato è inculcato nello studente, che è addestrato a venerare il successo acquisito come preparazione per la sua futura carriera. Sono convinto che ci sia un solo modo per eliminare questi gravi mali, vale a dire attraverso l'instaurazione di un'economia socialista, accompagnata da un sistema educativo orientato verso obiettivi sociali.'"

Advertisement

10. Operazione Northwoods, 1962

"Il 13 marzo 1962, venne fatta circolare una nota militare statunitense che delineava l'operazione Northwoods: piani per avviare un'ondata di attacchi terroristici sotto falsa bandiera per giustificare l'intervento militare a Cuba.
Documenti declassificati descrivono il piano proposto: “Potremmo sviluppare una campagna di terrore comunista cubana nell'area di Miami, in altre città della Florida e persino a Washington… La campagna di terrore potrebbe essere rivolta ai rifugiati cubani che cercano rifugio negli Stati Uniti. Potremmo affondare un carico di cubani in rotta verso la Florida (reale o simulato). Potremmo favorire attentati alle vite dei rifugiati cubani negli Stati Uniti... Far esplodere alcune bombe di plastica in punti scelti con cura”.
Il presidente John F. Kennedy rifiutò di attuare il piano e rimosse il suo autore, il generale Lemnitzer, dalla carica di presidente dei capi di stato maggiore congiunti."

11. Il pane e le rose, 1912

"Il 12 marzo 1912, i datori di lavoro cedettero alla maggior parte delle richieste dello sciopero del pane e delle rose da parte di 20.000 lavoratori tessili, per lo più donne e ragazze, a Lawrence, nel Massachusetts. L'interruzione, iniziata dalle donne polacche, venne denunciata dalla Federazione americana del lavoro come 'rivoluzionaria' e 'anarchica', e così i lavoratori si rivolsero al sindacato radicale Industrial Workers of the World per chiedere sostegno. Il nome dello sciopero si riferiva ai lavoratori che volevano soddisfare i loro bisogni primari, il 'pane', così come le cose belle della vita, le 'rose'."

12. Ala Gertner

"Il 12 marzo 1912, nacque Ala Gertner, attivista della resistenza ebrea polacca. Mentre era una lavoratrice ridotta in schiavitù in una fabbrica di munizioni sotto l'occupazione nazista, Gertner rubò polvere da sparo che portò di nascosto ai prigionieri di Auschwitz Birkenau per costruire granate. La resistenza al campo utilizzò queste armi improvvisate, tra le altre, per distruggere il crematorio IV e uccidere diversi ufficiali delle SS. Gertner e altre tre donne furono giustiziate per il loro ruolo nella rivolta nel 1945."

13. Messico, 1920

"Il 10 marzo 1920, si verificò l'incendio della miniera di El Bordo a Pachuca, in Messico, che uccise dozzine di minatori. L'incendio scoppiò alle 6 del mattino e ci fu un breve periodo di evacuazione prima che i pozzi della miniera fossero chiusi.
Funzionari della United States Smelting, Refining and Mining Company affermarono che dopo l'evacuazione erano rimasti all'interno meno di 10 lavoratori, tutti dichiarati morti dai medici dell'azienda.
Quando la miniera venne finalmente riaperta sei giorni dopo, era chiaro che la compagnia aveva mentito. All'interno c'erano i corpi carbonizzati di 87 minatori, molti dei quali erano giunti all'uscita della miniera, ma furono bruciati a morte perché impossibilitati a partire. Miracolosamente, sette minatori erano persino riusciti a sopravvivere nonostante fossero intrappolati sottoterra."

14. Nancy Cunard

"Il 10 marzo 1896, Nancy Cunard, scrittrice surrealista, modella, anarchica e antirazzista per tutta la vita, nacque a Londra. Nata nella dinastia marittima Cunard, fu diseredata a causa della sua relazione con Henry Crowder, pianista nero. Cunard pubblicò ampiamente opere di scrittori neri, incluso Langston Hughes, ed era una devoto antifascista. Scrisse molto sull'invasione dell'Etiopia da parte dell'Italia fascista, aiutò i profughi della guerra civile spagnola e lavorò instancabilmente come traduttrice per la resistenza francese durante la Seconda guerra mondiale."

15. Joe Hill, 1913

"Il 6 marzo 1913, la canzone di Joe Hill 'There is Power in a Union' apparve per la prima volta nel Little Red Song Book del sindacato Industrial Workers of the World .
Hill fu giustiziato dallo stato dello Utah nel 1915 in quello che è ampiamente considerato un errore giudiziario motivato politicamente."

16. Minatori, 1984

"Il 5 marzo 1984, iniziò il grande sciopero dei minatori del Regno Unito quando i minatori della miniera di carbone di Cortonwood se ne andarono in risposta all'annuncio del governo conservatore di un piano di chiusura dei pozzi. Alcuni altri pozzi erano già in sciopero in altre controversie, ma gli scioperi contro le chiusure si sono diffusi in tutto lo Yorkshire e quattro giorni dopo l'Unione nazionale dei lavoratori minerari indusse uno sciopero nazionale, a cui si unì la maggioranza dei minatori di tutto il paese. Le donne, molte delle quali mogli di minatori, svolsero un ruolo cruciale nel sostenere lo sciopero, aiutando i lavoratori a rimanere fuori per quasi un anno."

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie