Una mamma racconta le sue difficoltà nel conciliare vita familiare e vita lavorativa: il suo sfogo è emozionante - Curioctopus.it
x
Una mamma racconta le sue difficoltà…
16 coinquilini che riuscirebbero a mettere alla prova la pazienza di chiunque 30 gennaio 1945: alle donne italiane viene riconosciuto il diritto di voto

Una mamma racconta le sue difficoltà nel conciliare vita familiare e vita lavorativa: il suo sfogo è emozionante

30 Gennaio 2021 • di Irene Grazia Paladino
1.317
Advertisement

Essere una madre lavoratrice non è semplice e riuscire a bilanciare il lavoro con la vita familiare è una sfida che richiede moltissima energia. Jamie Johnson ha creato un blog e una pagina Facebook per condividere con altre mamme le gioie e le difficoltà di questo ruolo impegnativo e, in un articolo, si è aperta raccontando le sue sensazioni sul ruolo della mamma lavoratrice. Il blog e la pagina in questione si chiamano Hashtag MomFail.

Jamie Johnson è un’orgogliosa mamma di due ragazzi che, ogni giorno, deve lavorare duramente e sente la necessità di raccontare la sua storia. Prima di sposarsi e di avere dei figli, Jamie aveva una carriera e un lavoro che amava. Per questo non ha mai pensato di lasciare il lavoro per dedicarsi a tempo pieno alla famiglia, nonostante avrebbe economicamente potuto, ma ha sempre provato a conciliare entrambe le cose. Fortunatamente nessuno dei suoi datori di lavoro ha mai avuto problemi con il suo ruolo di madre, dimostrandosi sempre comprensivi.

Lavora duramente, spesso da casa, ma a volte esce per andare a prendere il figlio alla scuola materna. Questo non significa però che Jamie prenda un giorno libero per rilassarsi. Anzi, l’avere dei figli le ha permesso di imparare a fare più cose contemporaneamente. La donna dice “per favore, smettila di giudicarmi per aver lasciato l'ufficio esattamente alle 17:00, ma i miei figli stanno aspettando di essere portati a casa. So che mi sto perdendo questo incontro, ma il diploma di scuola materna di mio figlio è più importante. So di aver fatto tardi oggi, ma non posso lasciare il bambino all'asilo prima delle 7:45". C'è chi giudica ma c'è anche chi, fortunatamente, capisce.

Advertisement

E infine Jamie ringrazia tutti coloro che sono stati comprensivi, i capi che le hanno concesso di prendersi qualche ora per andare dal dottore o per prendere i figli a scuola e ringrazia le altre donne che hanno condiviso le loro difficoltà nel destreggiarsi tra lavoro e vita familiare. E ripete: essere una lavoratrice e una persona con una vita familiare frenetica non è semplice, ma invita tutte le altre persone che leggono le sue parole a non arrendersi perché la soddisfazione di riuscire a fare tutto, e bene, alla fine è immensa.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie