Installate in una città tedesca delle capsule futuristiche per dare riparo ai senzatetto - Curioctopus.it
x
Installate in una città tedesca delle…
15 rilassanti immagini mostrano come basti poco per appagare il bisogno di perfezione nascosto in ognuno di noi Muore una donna trans, la famiglia fa scrivere il suo nome al maschile sui manifesti funebri

Installate in una città tedesca delle capsule futuristiche per dare riparo ai senzatetto

22 Gennaio 2021 • di Irene Grazia Paladino
13.363
Advertisement

Un letto caldo è quanto di più appagante si possa desiderare,, ma rifugiarsi sotto le lenzuola - specialmente quando fuori fa freddo - è una fortuna che non tutti hanno. Per questo nella città di Ulm, in Germania, sono state installate delle capsule, note come "Ulmer Nest” per dare rifugio ai senzatetto durante i mesi più freddi. Il progetto è nato da due giovani aziende di Ulm, Bootschaft e Resistance and Sons, e dallo specialista IT Florian Geiselhart.

via: Ulmer Nest

Le unità dall'aspetto futuristico, realizzate in legno e in acciaio, sono state posizionate nei pressi dei parchi e in altre aree. Ma, poiché sono all’aperto, non si rischia di sentire comunque freddo? No, perché i letti sono dotati di isolamento termico in grado di proteggere dal vento, dal freddo e dall’umidità e la loro dimensione consente di ospitare anche due persone.

Le capsule sono dotate di pannelli solari e di sensori che rilevano ogni movimento di apertura e di chiusura. Ulteriori migliorie per ottimizzare il risparmio energetico sono però in programma. Ogni unità è inoltre collegata a una rete radio che consente ai loro occupanti di comunicare senza doversi obbligatoriamente connettere alle reti mobili.

 

Advertisement

Le Ulmer Nest sono certamente una soluzione temporanea ad una questione molto sentita, ma la speranza è che da un piccolo aiuto possa nascere qualcosa di più grande.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie