Un uomo è costretto a vendere la sua PS5 dopo che la moglie ha scoperto che non è un purificatore d'aria - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Un uomo è costretto a vendere la sua…
8 tra le più belle sculture mai fatte, che per un momento ci fanno dimenticare di essere di marmo In Danimarca ai bambini della materna si insegna solo l'alfabeto: tutto il resto del tempo è lasciato al gioco

Un uomo è costretto a vendere la sua PS5 dopo che la moglie ha scoperto che non è un purificatore d'aria

03 Dicembre 2020 • di Claudia Melucci
4.009
Advertisement

Come accade ogni volta che viene rilasciata una nuova console di gioco, i giocatori e le giocatrici incallite fanno di tutto per accaparrarsela il primo giorno di uscita: e così si formano quelle code interminabili di persone che attendono da ore – se non da giorni – ansiosi l'apertura del negozio.

È accaduto esattamente questo anche alla messa in commercio dell'ultima PlayStation, la numero 5 per esattezza. Ma non può dirsi ancora fortunato chi è riuscito a portarsene a casa una prima che le scorte in negozio finissero: ecco cosa è accaduto ad un uomo taiwanese dopo aver portato a casa la sua PS5. 

La vicenda è stata raccontata sui social da un giovane di Taiwan che scrive di aver acquistato una PlayStation 5 usata, ad un prezzo molto competitivo. 

Dice di aver contattato il numero con il quale era stato pubblicato l'annuncio di vendita, al quale ha risposto una voce femminile che non gli ha dato per nulla l'idea di essere una giocatrice di videogiochi. In ogni caso, la donna era più che convinta di vendere la sua Playstation a quel prezzo stracciato.

Seppur titubante, il ragazzo ha deciso comunque di stringere l'accordo e incontrarsi con la venditrice per la consegna della PS5 e del denaro.

All'appuntamento il giovane non ha trovato la donna con cui aveva parlato al telefono, ma un uomo dall'aria di essere un appassionato di videogame. Ha approfittato per fare alcune domane, per capire il motivo di quel prezzo così basso rispetto agli altri annunci di vendita: l'uomo ha risposto che aveva comprato la console su un e-commerce pochissimo tempo prima. Poi alla domanda "E allora, perché la stai vendendo?" ha cambiato espressione e quasi abbassando gli occhi ha risposto "Mia moglie vuole venderla".

I due hanno continuato a parlare, ed è uscito fuori così che l'uomo aveva ingannato la moglie di aver comprato un purificatore d'aria per la casa e non l'ennesima console di gioco. La bugia è durata poco e quando la donna ha scoperto l'inganno non ci ha pensato due volte di sbarazzarsi della PS5 del marito!

Una giusta punizione per l'uomo che pensava che una donna non sarebbe stata in grado di distinguere la PlayStation da un purificatore d'aria. 

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie