Tre uomini naufragati su un'isola deserta si sono salvati grazie ad un grande SOS scritto sulla sabbia - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Tre uomini naufragati su un'isola deserta…
In Giappone le automobili volanti stanno finalmente diventando realtà Sigiriya, la fortezza costruita su un'enorme pietra vulcanica considerata l'ottava meraviglia del mondo

Tre uomini naufragati su un'isola deserta si sono salvati grazie ad un grande SOS scritto sulla sabbia

15 Agosto 2020 • di Claudia Melucci
2.667
Advertisement

La storia che vi stiamo per raccontare sembra uscita da un romanzo in pieno stile Robinson Crusoe. La morale che ci insegna è che possiamo essere dotati della tecnologia più avanzata, ma in situazioni al limite spesso tornato utili i vecchi metodi.

Tre uomini, infatti, sono naufragati su un'isola deserta della Micronesia, senza possibilità di fare uso della tecnologia. A salvare loro la vita è stata una scritta molto grande fatta sulla sabbia con mezzi di fortuna. Il messaggio era molto chiaro: S.O.S.

immagine: needpix

A riportare l'accaduto è il sito ufficiale della Difesa Australiana: racconta che tre uomini si sono persi il 29 luglio 2020, dopo aver cercato di raggiungere un remoto atollo nel Pacifico, a 45 chilometri di distanza dal punto di partenza. I marinai improvvisati hanno però perso la rotta e di lì a poco hanno terminato il carburante della piccola imbarcazione. 

I tre uomini per effetto delle correnti marine si sono allontanati in totale per 190 chilometri dal punto di partenza, naufragando su un isolotto deserto. Chi li aspettava sulla terraferma avrebbe prima o poi lanciato l'allarme della loro assenza alle autorità, ma come sarebbero stati individuati?

I tre hanno trovato salvezza soltanto grazie ad un'enorme scritta che hanno realizzato sulla spiaggia: S.O.S. Le forze militari australiane si sono messe alla loro ricerca, trovandoli il 2 agosto in buone condizioni di salute.

Proprio come in un romanzo d'altri tempi, a salvare la vita a questi sfortunati naufraghi non è stato un cellulare di ultima generazione, ma solo una scritta ben visibile sulla spiaggia.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie