Galles: con gli umani in casa, un gregge di pecore si "riunisce" davanti a un McDonald's chiuso per Coronavirus

Lorenzo Mattia Nespoli

23 Aprile 2020

Galles: con gli umani in casa, un gregge di pecore si
Advertisement

Da quando in tutto il mondo è scoppiata l'emergenza Coronavirus, siamo stati catapultati in una realtà del tutto nuova e sconosciuta appena poco tempo fa. Città deserte, reclusione forzata in casa, abitudini da cambiare: è come se l'umanità si fosse "resettata", adattandosi a una quotidianità che sembra provenire dal passato. Tanto è vero che, come abbiamo spesso documentato, gli animali, liberi di muoversi in modo meno controllato e rischioso, hanno pensato bene di farsi vedere lì dove non ce li saremmo mai aspettati. 

Avreste mai pensato, a questo proposito, di vedere un piccolo gregge di pecore che va... al McDonald's? Se la risposta è no, siate pronti a ricredervi, perché è proprio quello che è accaduto davanti a un ristorante del Galles.

via Newsweek

Advertisement

Andrew Thomas/Facebook

Siamo a Ebbw Vale, una città di circa 18mila abitanti del Galles sud-orientale. Anche qui, come nel resto del Regno Unito, d'Europa e della maggior parte del mondo, vigono restrizioni agli spostamenti dovuti alla pandemia di Covid-19. Bar e ristoranti sono chiusi, e fra loro ovviamente anche l'immancabile McDonald's.

Eppure un piccolo gregge di simpatiche pecore del posto ha deciso comunque di spingersi fino al fast-food, sotto lo sguardo incredulo di Andrew Thomas, che si trovava in un supermercato lì vicino ed è riuscito a immortalare la scena. Una volta pubblicata, l'immagine è divenuta in breve tempo virale, entrando a pieno titolo in uno degli episodi più simbolici dello strano e difficile momento che stiamo vivendo a causa del Coronavirus.

Chissà se le pecore stavano aspettando la riapertura del locale per godersi un bel panino con patatine; di sicuro l'immagine in sé è tanto inconsueta quanto paradossale. Gli animali che si avventurano negli spazi più "umani" delle città sembrano davvero non voler smettere di stupirci!

Advertisement