L'inventore di Ocean Cleanup lancia un nuovo progetto per pulire i fiumi dalla plastica, prima che finisca negli oceani

Claudia Melucci image
di Claudia Melucci

26 Gennaio 2020

L'inventore di Ocean Cleanup lancia un nuovo progetto per pulire i fiumi dalla plastica, prima che finisca negli oceani
Advertisement

Ricorderete senz'altro il progetto inventato dal giovane Boyan Slat per ripulire gli oceani: Ocean Cleanup, questo il suo nome, è da tempo nell'Oceano Pacifico cercando di smaltire l'isola di plastica. Ma ora il giovane ingegnere annuncia un altro sistema per salvare il pianeta dall'inquinamento plastico: appurato che la maggior parte dei rifiuti che finiscono in mare provengono dai fiumi e dalla terraferma, il nuovo passo è proprio quello di intercettare la spazzatura nei corsi d'acqua e recuperarli prima che vadano in mare aperto. A fare tutto questo ci penserà Interceptor.

via The Ocean Cleanup

theoceancleanup.com

theoceancleanup.com

Si chiama Interceptor il nuovo sistema ideato dall'ormai celebre ingegnere Boyan Slat, appena più che ventenne, reso tale dal primo grande progetto: Ocean Cleanup, che si era prefisso sin dall'inizio di ripulire l'Oceano Pacifico da quella che è nota come Great Garbage Patch, un'isola di plastica che si forma dalla combinazioni delle correnti oceaniche e che accumulano in un punto preciso tutta la spazzatura – perlopiù plastica – dispersa in acqua.

 

Advertisement
theoceancleanup.com

theoceancleanup.com

Gli studi hanno però messo nero su bianco come qualcosa come l'80% della plastica in mare arrivi direttamente dai fiumi e dalla terraferma: ecco quindi che nasce l'esigenza di pulire i corsi d'acqua, per recidere il problema dell'inquinamento marino alla base. 

Farà, anzi già sta facendo, proprio questo Interceptor, una chiatta lunga 24 metri che intercetterà la spazzatura in acqua e la raccoglierà: il sistema è operativo 24 ore su 24, è dotato di pannelli solari e batterie al lito e, aspetto fondamentale, non interferisce con la fauna e la flora, né con la navigazione delle imbarcazioni. 

I progettisti hanno stimato che, in condizioni di lavoro ottimali, Interceptor possa raccogliere fino a 100 mila chili di rifiuti al giorno.

theoceancleanup.com

theoceancleanup.com

Il sistema è già all'opera in due dei fiumi più inquinati al modo, in Indonesia e in Malesia, ma Boyan Slat punta in alto e afferma che l'obiettivo è quello di installare Interceptor nei 1000 fiumi più sporchi entro il 2025. 

Insomma, l'ingegnosità di questo giovane scienziato sembra non avere fine e tutti ci auguriamo che i suoi progetti possano salvare il nostro pianeta da una condizione di inquinamento di cui ci siamo già pentiti.

Advertisement