Bottiglie di carta al posto della plastica: l'iniziativa sostenibile di una start-up indiana - Curioctopus.it
x
Bottiglie di carta al posto della plastica:…
Basta un singolo albero per raffreddare una strada cittadina di notte: una ricerca lo dimostra Ragazza americana prende in giro il fidanzato italiano infrangendo le sue usanze: lui reagisce in modo esilarante

Bottiglie di carta al posto della plastica: l'iniziativa sostenibile di una start-up indiana

21 Luglio 2021 • di Irene Grazia Paladino
1.178
Advertisement

Sempre più aziende – alcune presenti sul mercato già da molti anni, se non decenni, e diverse start-up – si stanno impegnando per dare il loro contributo all’ambiente, per ridurre il consumo di materiali dannosi e ridurre le emissioni inquinanti. Con l’obiettivo di ridurre l’inquinamento causato dalla plastica, una start-up indiana – chiamata Kagzi Bottles e con sede a Noida, nell'Uttar Pradesh - ha creato una valida alternativa alle bottiglie di plastica: le bottiglie di carta, costruite con un materiale compostabile al 100%.

Hai mai pensato a quante bottiglie di plastica consumiamo ogni giorno per bere? Molte persone hanno già deciso di riutilizzare, per quanto possibile, queste bottiglie o addirittura di sostituirle con quelle in vetro, riempendole d’acqua a seconda delle necessità. Ma le bottiglie d’acqua non sono l’unico problema: anche quelle utilizzate per creme, detersivi, prodotti liquidi, shampoo sono moltissime. Samiksha Ganeriwal sa che in India vengono prodotte 3,3 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica all'anno e, lavorando ad un progetto universitario, ha avuto un’idea.

“Ai tempi del college, avevo lavorato a un progetto per sostituire i sacchetti di plastica e a quel tempo non c'erano altre alternative. È sempre stato in fondo alla mia mente trovare un'alternativa alla plastica perché volevo cambiare il mio stile di vita ma non riuscivo a trovare alternative. È stato allora che ho deciso di iniziare a lavorare su questo". La donna, infatti, ha sempre saputo che la plastica “avrebbe soffocato il pianeta” e, invece di aspettare che qualcuno provasse a trovare una soluzione, ha deciso di impegnarsi in progetti concreti. Avviare una start-up non è stato semplice: ha dovuto progettare e creare le macchine adeguate per produrre queste bottiglie, con l’aiuto di collaboratori e sostenitori, e sa che non sarà semplice eliminare del tutto il materiale dannoso.

Advertisement
immagine: Railgadh Youtube

Le bottiglie in carta prodotte da Kagzi Bottles sono compostabili al 100%, sono economiche e sostenibili e presentano l’alternativa ideale a bottiglie e flaconi di plastica. Sono infatti anche molto economiche: potrebbero costare quanto la plastica monouso, e anche meno. Il nome della start-up non è un caso: è una dichiarazione d’intenti. La parola “Kagzi”, deriva dalla parola hindi kaagaz, che significa “carta”. Le bottiglie non si trovano ancora in commercio ma la donna e fondatrice dell’azienda crede molto nel suo prodotto, e gli investitori credono in lei. Kagzi Bottles sta iniziando a produrre in larga scala: la speranza è che queste bottiglie possono essere un punto di riferimento per tutti gli imballaggi, specialmente per quelli alimentari.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie