Scrivere a mano migliora la memoria e aiuta nell'apprendimento: una ricerca lo conferma - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Scrivere a mano migliora la memoria…
Un'isola irlandese cerca 2 persone per gestire una locanda: l'occasione perfetta per riscoprire il contatto con la natura L'ONU suggerisce di ridurre il consumo di carne per contrastare i cambiamenti climatici

Scrivere a mano migliora la memoria e aiuta nell'apprendimento: una ricerca lo conferma

21 Gennaio 2020 • di Lorenzo Mattia Nespoli
4.651
Advertisement

Non nascondiamocelo: l'avanzamento della tecnologia ha reso più semplici e rapide moltissime operazioni, in tanti ambiti della nostra quotidianità. Comunicare, lavorare, spostarsi e, non da ultimo, anche scrivere.

Proprio così. È difficile, oggi, immaginare un mondo in cui non esistano tastiere, touch screen o dispositivi su cui scrivere testi, prendere appunti, fare ricerche. Eppure, il gesto di scrivere a mano, al quale molti, proprio a causa di pc e apparecchi tecnologici, stanno perdendo l'abitudine, è un'attività che non andrebbe affatto considerata "desueta" o "superata". Al contrario: l'affascinante studio di cui stiamo per parlarvi ha messo in luce tutti i suoi benefici.

immagine: Pexels

Gli psicologi Pam Mueller e Daniel Oppenheimer, rispettivamente dell'Università di Princeton e di quella della California a Los Angeles si sono soffermati proprio sul rapporto tra tecnologia e scrittura.

Uno degli scenari più tipici in cui si scrive è quello legato alla scuola. Tutti abbiamo preso appunti, ma farlo con un computer è la stessa cosa che farlo a mano? Assolutamente no, secondo i ricercatori, che sono arrivati a concludere che la scrittura tradizionale è assolutamente migliore perché... rallenta gli studenti.

immagine: Needpix

Può sembrare un controsenso, ma non è così. Rendendo meno veloce la stesura di un testo, la scrittura a mano riesce a "fissare" i concetti nella memoria in modo molto più efficace rispetto a quella virtuale. Prendendo appunti con una tastiera, sarà magari possibile scrivere di più, ma questa quantità non è sinonimo di qualità. Mettendo le parole per iscritto su un foglio, infatti, il nostro cervello deve fare una selezione di ciò che ascolta e di ciò che ritiene più importante: per questo l'apprendimento risulta facilitato: i concetti sono stati già elaborati in un primo momento.

Del resto, i vantaggi della scrittura a mano sono ampiamente documentati da molte ricerche psicologiche. Sebbene sia un'abilità che scompare, la scrittura, il gesto e l'atto fisico di "creare" sul foglio quanto abbiamo in mente riescono a migliorare memoria e apprendimento. Chissà se, alla luce di tutto questo, non sarebbe il caso di abbandonare per un po' le nostre tastiere e tornare alle "vecchie" - ma utili - carta e penna.

Tags: ScienzaCuriosi
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie