I botti di Capodanno spaventano anche i bambini autistici: un altro motivo per passare ai festeggiamenti silenziosi - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
I botti di Capodanno spaventano anche…
Il Gatto delle foreste norvegesi, il felino dal fascino magnetico amato fin dai tempi dei Vichinghi Capodanno cancellato per 12 famiglie con figli autistici perché la struttura

I botti di Capodanno spaventano anche i bambini autistici: un altro motivo per passare ai festeggiamenti silenziosi

31 Dicembre 2019 • di Claudia Melucci
3.236
Advertisement

Da qualche anno la sensibilità nei confronti di chi non tollera il rumore e la luce accecante dei fuochi d'artificio si è fatta più spiccata: tra questi ci sono gli animali, in modo i gatti e i cani domestici, che a causa dei forti rumori spesso fuggono dalle loro case per lo spavento, mettendosi in pericolo. Ma tra chi non si diverte a vedere e a sentire esplodere i fuochi di Capodanno ci sono anche le persone autistiche. Questo è un altro buon motivo per passare a dei festeggiamenti silenziosi e rispettosi di tutti gli abitanti delle città.

immagine: needpix

Le persone autistiche, e spesso i più piccoli, possono avere un udito e un olfatto decisamente più spiccato degli altri. Ecco perché per loro il Capodanno, così come le altre occasioni in cui si esplodono i tradizionali fuochi, sono giorni di grande tensione e ansia.

I forti rumori e le luci intense dei giochi pirotecnici possono spaventarli o provocare in loro vere e proprie crisi che si gestiscono con grande difficoltà.

immagine: pexels

C'è sicuramente qualcosa che i familiari dei bambini autistici possono fare, come chiudere finestre e tende per oscurare le luci e attutire i rumori, distrarli con qualche attività o rassicurarli con il contatto fisico, ma ciò che è comprensibilmente più efficace è evitare di rendere un giorno di festa motivo di paura e ansia.

Vivere serenamente un giorno speciale come il Capodanno è un diritto di tutti e trovare un modo di festeggiare che non arrechi danno a animali, bimbi autistici o semplicemente chi non tollera i rumori forti, è segno di grande civiltà.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie