Questa società ha brevettato Quantum Stealth, il pannello che rende invisibili persone ed oggetti - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Questa società ha brevettato Quantum…
In casi di stress, le cellule maschili tendono a suicidarsi, quelle femminili sopravvivono: lo conferma uno studio

Questa società ha brevettato Quantum Stealth, il pannello che rende invisibili persone ed oggetti

21 Ottobre 2019 • di Simone Fabriziani
3.813
Advertisement

Da sempre, tra le maggiori fantasie dell'essere umano, c'è quella di possedere il potere dell'invisibilità: quante cose avremmo scoperto degli altri o della realtà che ci circonda se avessimo potuto indossare un mantello che ci renda completamente non visibili agli occhi delle persone? Sarebbe un passo avanti o un passo indietro? A fornire una risposta perlomeno positiva ci ha pensato Hyperstealth, una società canadese che si occupa di design mimetico.

L'ultima tecnologia mimetica di questa società nordamericana si chiama Quantum Stealth ed è un vero e proprio scudo dell'invisibilità. Ma come funziona questo mantello che sembra uscito da un film di fantascienza? Il materiale primario che è stato utilizzato è molto semplice: Hyperstalth ha usato le lenti lenticolari, le stesse che vengono sfruttate per la visione in 3D.

Questo materiale, addirittura più sottile della carta, può piegare i raggi di luce in maniera tale che dietro a questo "scudo" saranno visibili ad occhio nudo soltanto oggetti molto vicini o molto lontani: ciò significa che se una persona si pone dietro al pannello lenticolare, diventerà praticamente..."invisibile" all'occhio umano!

Non funziona come un vero e proprio mantello magico, perché tutto ciò che si pone dietro al pannello, seppur non visibile nella sua sagoma completa, ne mantiene i colori nonostante i dettagli non siano discernibili. La tecnologia del Quantum Stealth è stata brevettata per la prima volta nel 2010 dal canadese Guy Cramer, e poi successivamente utilizzata per scopi militari, ma ora la società nordamericana pensa in grande e vorrebbe espandere il brevetto anche per altri ambiti.

Advertisement

Non è impossibile comprendere l'effetto di invisibilità che è provocato all'occhio umano dal pannello lenticolare, e per questo basti pensare alla legge di Snell, meglio conosciuta come legge della rifrazione della luce: mettete un cucchiaio all'interno di un bicchiere d'acqua, e al vostro occhio sembrerà che sia piegato; questo accade perché, secondo questa legge scientifica, se la luce si sposta tra due materiali differenti, l'angolazione verso cui si muoverà cambia a seconda dell'indice di rifrazione.

Facile, no?

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie