Dal 1995 in questa città piantano un albero per ogni nuovo nato: ora sono migliaia - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Dal 1995 in questa città piantano un…
Il mitico Maggiolino si converte all'energia elettrica: arriva eKafer Un enorme telescopio cinese ha catturato un misterioso segnale radio dallo spazio profondo

Dal 1995 in questa città piantano un albero per ogni nuovo nato: ora sono migliaia

17 Settembre 2019 • di Lorenzo Mattia Nespoli
1.360
Advertisement

Le conseguenze negative delle attività umane sull'ambiente sono ormai cosa nota a molte persone. Non si tratta, purtroppo, solo di inquinamento o di errata gestione dei rifiuti, ma anche di tantissime altre cose. In ciò rientra il fatto stesso di ricorrere troppo alla plastica, ad esempio, così come la tendenza a sfruttare ogni singolo centimetro del suolo per ottenerne profitto.

In questo senso, il problema della deforestazione è sempre più sentito e crescente in tutto il mondo, anche alla luce dei devastanti incendi che hanno distrutto ettari su ettari di preziose risorse verdi un po' ovunque. In realtà, si tratta di una questione aperta, sulla cui pericolosità gli esperti insistono e mettono in guardia da anni.

Perdere alberi è perdere ossigeno, aria pulita, fauna, bellezza: insomma, vita. Prendendo atto di questi problemi, sono diversi i luoghi del mondo che hanno deciso di agire. La città argentina in provincia di Buenos Aires di cui vi parleremo di seguito ne è un esempio. Qui, i cittadini hanno deciso di fare una cosa veramente utile per loro e per l'intero Pianeta.

Dal 1995, a Salliqueló, si pianta un albero ogni volta che nasce un bambino. Proprio così: un gesto simbolico e bellissimo, che racchiude non solo un significato emozionante, ma ha anche una forte valenza ambientale.

L'idea si deve a Graciela Rojas, all'epoca bibliotecaria, che decise di celebrare le nascite che avvenivano nella sua città in un modo davvero particolare. Un albero sarebbe infatti stato dedicato a ogni nuovo arrivato, insieme a un libro e a una targa con su scritto il nome del bambino.

Così, Graciela ricevette il sostegno del Comune di Salliqueló, e la sua semplice idea si trasformò in realtà. Ogni anno, un numero di alberi corrispondente ai nati in città in quel periodo (in media circa 150) viene piantato dopo aver analizzato quali siano i luoghi più adatti a ricevere le nuove piante.

La cerimonia di piantumazione avviene in primavera, e si tratta di un vero e proprio evento cittadino. Moltissime, infatti, sono le persone che si sentono coinvolte in prima persona. Grazie a questo progetto, tutti, in città, hanno una grande consapevolezza ambientale e sono uniti nel rispetto della natura. Ogni bambino, durante l'infanzia, si prende cura del "suo" albero personale, lo annaffia e contribuisce a una sua crescita sana.

Da quando questa usanza ha avuto inizio, nella città argentina sono stati piantati oltre 3500 alberi, distribuiti in più di 24 nuovi spazi verdi.

Advertisement

Gli alberi sono davvero fondamentali e, oggi più che mai, è utile disporne in buone quantità. Per il nostro bene, per quello dell'ambiente nonché per quello delle generazioni future. In fondo, basterebbero iniziative lodevoli come quella di Salliqueló per migliorare in maniera reale e tangibile la situazione. Solo così si potrebbero regalare al Pianeta riserve di vita, contro ogni tipo di sfruttamento indiscriminato delle sue preziose risorse.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie