Un enorme telescopio cinese ha catturato un misterioso segnale radio dallo spazio profondo - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Un enorme telescopio cinese ha catturato…
Dal 1995 in questa città piantano un albero per ogni nuovo nato: ora sono migliaia Avere un cane in casa migliora la qualità della vita: lo rivela una ricerca scientifica

Un enorme telescopio cinese ha catturato un misterioso segnale radio dallo spazio profondo

4.867
Advertisement

Segnali provenienti dallo spazio di natura ancora non classificata? Non è un film di fantascienza, ma il numero di fenomeni ripetitivi che negli ultimi anni sta raccogliendo ed analizzando il Five Hundred Meter Aperture Spherical Telescope (FAST), un radiotelescopio di dimensioni imponenti presente in Cina il cui raggio di apertura è proprio di circa 500 metri. I misteriosi segnali dallo spazio che sta ricevendo aprono molti orizzonti sul futuro studio dell'astrofisica.

immagine: Defense.gov

I segnali che arrivano al grande telescopio cinese sin da almeno 7 anni con frequenza intermittente ma gradualmente precisa vengono chiamati "lampi radio veloci" o FRB ("Frequent Radio Bursts"), dei veri e propri "scoppi" di energia che arrivano sulla Terra direttamente dallo spazio profondo. L'origine e la causa di questi segnali radio è ancora sconosciuta, nonostante il primo di questi impulsi di energia sia stato registrato nel 2012 dal potente telescopio di Arecibo in Porto Rico. Da allora, questo particolare FRB si è ripetuto con frequenza, fino ad arrivare al 3 settembre 2019, quanto il FAST cinese ha registrato il numero record di "scariche" di energia ricevuta dal segnale che ormai è stato ribattezzato "FRB 121102": 20 esplosioni radio precedute nei giorni prima da dozzine di impulsi della stessa tipologia.

immagine: Wikimedia

Gli scienziati ci tengono a sottolineare che questi FRB hanno percorso circa 3 miliardi di anni luce nell'Universo per raggiungere la superficie terrestre, anche se causa e origini sono ancora poco chiare: alcuni studi corroborano la teoria he possano provenire da parti disintegrate di stelle di neutroni, altri invece credono che la loro origine possa essere causata dalla formazione dei buchi neri nello spazio.

Sta di fatto che l'analisi e lo studio successivo di questi fenomeni radio direttamente dallo spazio profondo potrebbe aprire nuove strade alla ricerca dei fenomeni fisici per capire meglio l'universo che ci circonda e la funzione del pianeta Terra in cui viviamo.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie