La Svizzera in prima linea nella lotta al riscaldamento globale: zero emissioni entro il 2050 - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
La Svizzera in prima linea nella lotta…
Una bambina di 8 anni inventa uno scaldabagno ad energia solare e vince un premio in scienze nucleari I disegni di Onfim, il bambino del XIII secolo che scriveva sulla corteccia di betulla

La Svizzera in prima linea nella lotta al riscaldamento globale: zero emissioni entro il 2050

789
Advertisement

Dopo l'approvazione da parte del Consiglio Federale della Confederazione Svizzera, sembra che anche la nazione europea seguirà le orme della Francia, del Regno Unito e della Svezia nel raggiungere l'obiettivo della neutralità climatica entro il 2050, vale a dire il raggiungimento delle emissioni zero entro la metà del secolo. Un gran bel passo avanti per la Svizzera, da sempre in prima linea nella lotta ai cambiamenti climatici.

via: Swiss Info
immagine: Nicepik

La decisione della Svizzera deriva dalla volontà già palesata nel 2016 di ridurre del 70-85% i valori delle emissioni di carbonio rispetto a quelli registrati a partire dal 1990; entro il 2050 la nazione elvetica si prefigge quindi di abbassare il riscaldamento globale di 1,5 gradi centigradi come fissato negli Accordi di Parigi dalle maggiori nazioni del mondo.

D'altro canto, la Svizzera è tra le nazioni europee dove le temperature sono aumentate ad un ritmo doppio rispetto alla media globale ed è quindi chiaro che sia in prima linea per il raggiungimento delle emissioni zero entro la metà del secolo corrente.

immagine: Pixabay

Il programma elvetico prevede di tagliare del 95% le emissioni di carbonio nei settori dell'edilizia, dei trasporti e dell'industria, utilizzando nuove tecnologie e risorse rinnovabili; per far ciò un occhio di riguardo sarà affidato ai pozzi naturali di CO2, come ad esempio foreste e terreni umidi che verranno preservati ed estesi secondo quanto afferma il comunicato rilasciato dal Consiglio Federale; sempre a proposito della CO2, la Svizzera ad oggi è tra i primi paesi al mondo ad attuare una strategia di stoccaggio di CO2 in un sito sotterraneo nei pressi di un centro abitato, divenendo in questo settore una nazione all'avanguardia.

L'augurio è quello che la Svizzera riesca a concretizzare il suo ambizioso progetto entro il 2050. E noi non possiamo che essere fiduciosi.

Source:

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie