La Via dei Fari: un meraviglioso percorso tra i "guardiani del mare" in Bretagna e Normandia - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
La Via dei Fari: un meraviglioso percorso…
Ecco a voi l'albero di Frankenstein: l'incredibile pianta che produce 40 diversi tipi di frutta Questi 17 gadget da cucina vi faranno venire voglia di correre ai fornelli

La Via dei Fari: un meraviglioso percorso tra i "guardiani del mare" in Bretagna e Normandia

1.617
Advertisement

I fari sono strutture che affascinano da sempre moltissime persone. Vuoi perché sono costruiti in posizioni spesso remote o ai confini delle terre emerse, vuoi per il senso di stupore e la maestosità che portano con sé, una cosa è certa: rendono qualsiasi luogo un po' più caratteristico.

Sono dei veri e propri "guardiani del mare", e svolgono una funzione vitale per chi naviga. Le loro figure alte e dalle forme più varie, che sfidano la potenza delle onde, hanno da sempre attirato intorno a sé un fascino misterioso.

Ci sono due regioni, in Europa, che sembrano fatte apposta per chi si emoziona alla vista di un faro. L'itinerario che stiamo per descrivervi si trova proprio lì: siete pronti a partire e a seguire la luce di queste giganti torri sul mare?

I luoghi in questione sono la Bretagna e la Normandia, due affascinanti regioni del nord della Francia, che affacciano sul Canale della Manica e sull'Oceano Atlantico. Qui, non sono solo i meravigliosi borghi, le città medievali e la natura selvaggia a farla da padrone, ma è anche - e soprattutto - il mare

In Bretagna e Normandia, da secoli, molte attività umane ruotano intorno a esso. Per questo, le coste e le scogliere frastagliate non potevano che essere costellate di fari, divenuti ormai elementi del paesaggio a tutti gli effetti, nonché fonti di panorami leggendari. 

Si parte da Ouistreham, in Normandia, un borgo medievale in cui il faro svetta a guardia dell'abitato. Spostandosi verso ovest, poco lontano da Barfleur si può ammirare e visitare il secondo faro più grande d'Europa, quello di Gatteville. 75 metri di altezza e 365 scalini lo rendono un vero gigante sulle acque.

immagine: MagBres/Wikimedia

A questo punto, la Via dei Fari ci conduce in Bretagna, e precisamente al Phare de l'Ile Vierge, cioè quello in pietra più alto del mondo. La sua torre misura infatti 82 metri e, per salire in cima, bisogna percorrere ben 400 scalini. Si trova su un isolotto, raggiungibile con gite in barche appositamente organizzate.

A Le Conquet, sulla punta di Saint Mathieu, si trova il faro omonimo, uno dei veri simboli della Bretagna. Non lontano alle rovine antiche del villaggio, il faro di Saint Mathieu è un luogo fantastico, da cui si gode di una vista spettacolare. E anche le isole intorno a Le Conquet sono disseminate di fari, raggiungibili sempre tramite gite in barca. 

Advertisement

Ma il faro più "da brivido" della Bretagna è di sicuro quello de la Jument, costruito sullo sperone roccioso de l'Ile d'Ouessant. Probabilmente avrete già visto le sue celebri foto, che ritraggono questa enorme struttura letteralmente circondata da flutti altissimi, con il guardiano che si gode lo spettacolo quasi come se nulla stesse accadendo. È una tappa d'obbligo.

La lista dei fari da visitare in Bretagna e Normandia non finisce certo qui, e in alcuni di essi è possibile persino pernottare, anche se a prezzi non proprio economici. Quello alla scoperta delle maestose torri luminose della Francia settentrionale, in ogni caso, è un viaggio indimenticabile sotto moltissimi aspetti, con panorami, storie e atmosfere che resteranno nel cuore di tutti.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie