Il cavolo riccio è entrato nella lista delle verdure più contaminate dai pesticidi

Marta Mastrogiovanni

26 Giugno 2019

Il cavolo riccio è entrato nella lista delle verdure più contaminate dai pesticidi
Advertisement

Ogni anno, l'Environmental Working Group, un gruppo di attivisti americani, stila una classifica delle 12 verdure più contaminate da pesticidi. È una lista rilevante, che nel tempo è diventata nota come la "sporca dozzina" e che mette in guardia tutti i consumatori di frutta e verdura, sollecitandoli ad un acquisto più consapevole. Oltre alle più contaminate, l'associazione indica anche quali sono le più genuine e "sicure" da acquistare. Nella lista nera di quest'anno, il cavolo riccio detiene tristemente il terzo posto in classifica, risultando come una delle verdure più contaminate da pesticidi attualmente in commercio.

via The Environmental Working Group

Advertisement

pixnio.com

Nella classifica della frutta e verdura più contaminata, accanto al cavolo riccio troviamo le fragole, gli spinaci, le pesche, le mele, l'uva, le ciliegie, le pere, i pomodori, il sedano e le patate. "Siamo rimasti sorpresi dal fatto che il cavolo riccio avesse così tanti pesticidi, ma i risultati del test erano inequivocabili", ha dichiarato in un comunicato il tossicologo dell'Environmental Working Group, Alexis Temkin. L'ultima volta che questa verdura era rientrata nella sgradita lista era il lontano 2009. Secondo il test, più del 92% del cavolo riccio analizzato ha mantenuto residui di almeno due pesticidi diversi, dopo essere stato lavato e pulito correttamente. Alcune foglie mantenevano addirittura fino a 18 pesticidi diversi. In ogni caso, quasi il 60% dei campioni di cavolo presi in esame hanno mostrato residui di Dacthal, un pesticida noto per essere fortemente cancerogeno. È vero che i pesticidi aiutano ad allontanare gli insetti dalle foglie e a proteggere le colture, ma è stato ampiamente dimostrato come i loro effetti siano particolarmente dannosi per la salute umana. 

freestockphotos

Se possibile, bisognerebbe cercare di consumare sempre prodotti biologici. Quando andiamo al supermercato assicuriamoci che la verdura o la frutta che stiamo acquistando sia veramente bio. Solo in questo modo possiamo salvaguardarci dall'acquisto di prodotti che potrebbero essere nocivi per il nostro organismo.

Advertisement