8 "traumi" emotivi che i bambini si portano dietro per tutta la vita - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
8 "traumi" emotivi che i bambini si…
Entrare a scuola alle 10 per migliorare l'apprendimento degli studenti: l'idea di alcune scuole inglesi Un'artista ricolora vecchie foto in bianco e nero, e ci mostra la storia come non l'abbiamo mai vista

8 "traumi" emotivi che i bambini si portano dietro per tutta la vita

22 Agosto 2018 • di Alberto Ragazzini
33.955
Advertisement

Si dice che i bambini siano come spugne che assorbono tutto quello che avviene attorno a loro: le cose belle ma anche le cose brutte. Per questo è importantissimo fare molta attenzione a come trattiamo i nostri figli quando sono piccoli. Tanti degli scompensi emotivi degli adulti derivano da traumi subiti nell'infanzia in famiglia, delle cicatrici che rimangono tutta la vita e influenzano il nostro comportamento.

Abbiamo messo in lista otto degli atteggiamenti più problematici che un genitore può avere nei confronti di suo figlio.

1. Ingiustizia - Il senso della giustizia è una facoltà che si sviluppa molto presto nel bambino e in modo quasi indipendente. Questo vuol dire che noterà se lo trattate in modo ingiusto, se favorite il fratellino contro di lui o se lo punite per cose che forse non ha fatto. Avvertirà una profonda assenza di regolarità nel mondo che potrebbe farlo diventare un adulto molto intransigente per compensazione.

2. Umiliazioni - La madre di tutte le insicurezze. Attenzione a sgridare vostro figlio, soprattutto davanti agli altri: non gli state insegnando niente, lo state solo umiliando. Imparerà solo di essere inadeguato e che questa inadeguatezza è visibile a tutti, per sempre. I problemi di autostima derivano da "lezioni" del genere.

3. Genitori assenti - Non possiamo stare sempre con i nostri figli, è ovvio, ma se non ci siamo mai nostro figlio crescerà con un senso di abbandono profondo, superiore a quello che possiamo dedurre dalle sue parole di bambino. Chi si è sentito solo da piccolo ha spesso seri problemi nel comunicare intimamente col prossimo.

4. Sentirsi respinti - Essere rifiutati non fa bene a nessuno, figuriamoci ai bambini. Certo, nessun genitore vorrebbe mai comportarsi così, ma sappiamo che ci sono momenti in cui siamo stressati o stanchi e "stare appresso" a nostro figlio non è proprio tra i nostri desideri. Se vostro figlio percepisce questo sentimento in voi, crescerà con la paura costante di non essere ben voluto dagli altri e, per reazione, svilupperà legami precari e affetti rimpiazzabili.

immagine: Pixabay.com

5. Trattarli come adulti - È bene che piano piano i nostri figli si assumano le loro responsabilità; fa parte della crescita, ne è forse la dinamica principale. Ma non esagerate durante l'infanzia. Caricarlo di aspettative e responsabilità eccessive, siano esse voti sempre perfetti a scuola o prendersi cura del fratellino più piccolo, gli negherà la spensieratezza dell'infanzia che potrebbe condannarlo a una vita adulta disillusa e priva di slanci.

6. Annullare le emozioni - I bambini stanno scoprendo il mondo ed è normale che reagiscano eccessivamente a piccoli gioie e dolori. Quando lo rimproverate perché piange per delle sciocchezze o si eccita oltremodo per una cosa di poco conto, fate attenzione: state bloccando sul nascere parte della sua maturazione emotiva. Potrebbe non imparare mai a controllarle da solo e diventare un adulto impulsivo.

7. Mancanza di affetto - Simile all'abbandono, la mancanza di affetto però si avverte anche quando siete insieme. Cercate di notare quando ha bisogno di un abbraccio o di ascolto, spesso loro non lo confessano per orgoglio o paura. Un bambino che non si è sentito amato dalle persone più importanti della sua infanzia, difficilmente sarà in grado di amare a sua volta da grande.

8. Tradimento - Simile all'ingiustizia è quando tradite la loro fiducia, quando gli promettete qualcosa che poi non mantenete. Le menzogne fanno molto più male di quanto pensiate: non state controllando la situazione, state minando gravemente la sua fiducia nel prossimo e, insieme, gli state insegnando a raggirarlo. Se lo fanno i miei genitori perché io no?

Questi otto punti, rimarcano ancor di più l'importanza del comportamento da tenere quando si ha a che fare con un bambino. È importante sempre misurarsi e fermarsi a riflettere prima di agire, ne va del futuro successo dei vostri figli!

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie