La pioggia come fonte di energia elettrica: la brillante scoperta di una studentessa di soli 15 anni - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
La pioggia come fonte di energia elettrica:…
Supereroi... in pensione: una talentuosa disegnatrice ce li mostra sotto una luce nuova e adorabile 20 frutti esotici rari di cui non avete mai sentito parlare ma che vorrete assaggiare a tutti i costi

La pioggia come fonte di energia elettrica: la brillante scoperta di una studentessa di soli 15 anni

4.475
Advertisement

Spesso le idee più rivoluzionarie nascono da intuizioni talmente semplici da essere forse considerate scontate, quindi trascurate. Ma non da tutti. È il caso illuminante di Reyahn Jamalova: 15 anni, studentessa presso l'Istec Institute di Baku, in Azerbaijan, si è chiesta come mai "se si riesce a creare energia dal vento, non si può fare lo stesso con la pioggia?". È così che è nato Rainergy, un dispositivo intelligente in grado di generare energia elettrica dall'acqua piovana e che promette di essere la soluzione al problema energetico dei paesi equatoriali in via di sviluppo.

Jamalova e la sua compagna di corso, Zahra Gasimzade, hanno impiegato quattro mesi a sviluppare l'idea, con il supporto dei loro insegnanti di fisica ed i finanziamenti statali: infatti, lo stesso governo azero ha creduto nelle potenzialità della ricerca, decidendo di investire nel progetto 20.000 dollari. Una modica cifra per quella che promette di essere una delle migliori soluzioni energetiche per il futuro, soprattutto di quei paesi in via di sviluppo caratterizzati da un clima piovoso, in primis i vicini asiatici come le Filippine, l'India, la Malesia e l'Indonesia. Infatti, secondo il rapporto World Traceability Standard 2014, il 21% della popolazione indiana e l'11% della popolazione filippina non hanno accesso alla rete elettrica.

Ma come si presenta e funziona Rainergy? Alto nove metri, questo apparecchio ha quattro componenti essenziali: un raccoglitore di acqua piovana, un serbatoio, un generatore elettrico e una batteria. Il collettore riempie il serbatoio dell'acqua piovana, che circola ad alta velocità attraverso il generatore, producendo energia; questa viene immagazzinata nella batteria, ammortizzando così il sovraccarico della rete elettrica locale e fornendo una fonte supplementare di energia alle comunità. Il design relativamente semplice dell'invenzione rende Rainergy altamente competitivo rispetto alle altre fonti di energia rinnovabili - pannelli solari, turbine eoliche, piezoelettricità. Anche per questa ragione il dispositivo ha spopolato, ricevendo inoltre una menzione d'onore alla Model UN Conference in Azerbaigian ed arrivando alla fase finale della competizione presso ClimateLaunchpad, il più grande concorso europeo di idee per le imprese.

Sources: 

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie