Attività fisica: ecco 7 semplici regole per un allenamento costante che allunga la vita - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Attività fisica: ecco 7 semplici regole…
10 trucchi psicologici che ti aiuteranno a capire meglio i tuoi comportamenti e quelli degli altri Il primo hotel di lusso nello spazio ha iniziato a prendere prenotazioni, chiedendo un

Attività fisica: ecco 7 semplici regole per un allenamento costante che allunga la vita

25 Aprile 2018 • di Silvia Ricciardi
5.370
Advertisement

Quando ci sentiamo spossati, privi di energie e senza alcuna voglia di rimetterci in sesto e fare un po' di esercizio fisico, dobbiamo tener conto che tenere il nostro corpo in allenamento è necessario per vivere meglio.

Per contrastare l'infiammazione silente, ossia l'accelerazione dell'invecchiamento del corpo, che può condurre a malattie come diabete e patologie cardio-vascolari, possono bastare 100 minuti di attività fisica distribuiti nell'arco della settimana. Ma quali sono le modalità per eseguire questo allenamento da 100 minuti? Ecco le 7 regole che dobbiamo seguire!

immagine: Ed Yourdon/Flickr

Come ribadito nel corso della quarta edizione del Congresso Internazionale Science in Nutrition, bisogna tenersi in allenamento costante per smaltire l'infiammazione silente. Ecco le 7 regole stilate dai ricercatori per portare avanti 100 minuti di esercizio fisico la settimana:

REGOLA NR.1 - Quanto allenamento?: praticare 3 sedute di allenamento alla settimana, esercitandosi un giorno sì e uno no. 100 minuti la settimana di esercizio aerobico possono bastare, l'importante è eseguirne 40 in un'unica seduta nel weekend e poi 60, divisi in due blocchi da 30 minuti ciascuno, durante i restanti giorni.

REGOLA  NR.2 - Interval training: eseguire 4-5 serie di esercizi aerobici ciascuno della durata di 4 minuti, inserendovi 3-4 minuti di recupero per separare ogni serie.

REGOLA NR.3 - Allenamento a digiuno: allenarsi al mattino, prima di fare colazione permette di azionare l'enzima della vita, ossia l'AMP chinasi che, se attivato, sostiene la longevità dell'organismo.

REGOLA NR.4 - Concurrent Training: alternare allenamento di tipo aerobico con sessioni di esercizi volti a lavorare sulla forza muscolare.

REGOLA NR.5 - Idratazione: quando si pratica attività fisica si consumano grandi quantità di acqua e molti minerali, come sodio, cloro, potassio e magnesio. Per poter recuperare quanto perso è necessario idratare il proprio corpo in modo costante non solo per la salute dell'organismo, ma anche per ottenere i migliori risultati possibili dall'allenamento; infatti le fibre muscolari disidratate non eseguono i cambiamenti stimolati dall'esercizio.

REGOLA NR.6 - Quanto bere?: per capire se abbiamo bisogno di bere di più si può ricorrere ad una veloce analisi delle urine. Se sono di colore giallo vivo, allora è necessario idratare di più l'organismo. In generale è consigliabile bere sui 2 litri di acqua al giorno, anche di più nei giorni di allenamento.

REGOLA NR.7 - Non allenarsi troppo: L'esercizio fisico provoca un'infiammazione utile a rigenerare i tessuti dopo l'allenamento. Ma se l'infiammazione è eccessiva si crea del tessuto cicatriziale che potrebbe aumentare il rischio di infortunarsi. Dunque è bene non sforzarsi. Ascoltare il proprio corpo è la regola numero 1!

Tags: SportScienza
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie