La quantità di plastica presente negli oceani triplicherà in meno di 10 anni - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
La quantità di plastica presente negli…
Uno sciame di api funziona come il cervello umano, in cui ogni ape è un neurone Fai fatica a dormire? Dimentica le pillole: questa tisana naturale è più efficace e salutare

La quantità di plastica presente negli oceani triplicherà in meno di 10 anni

4.061
Advertisement

Al ritmo odierno, la quantità di plastica presente negli oceani triplicherà entro il 2025: sono questi i dati allarmanti che rivela uno studio sul futuro dei mari. Considerando che ci sono già 5.25 trilioni di rifiuti plastici sparsi per gli oceani, non si tratta certamente di una buona notizia.

Un rapporto del Government Office for Science dal titolo Foreshight Future of Sea ha esaminato da vicino la salute delle acque del nostro pianeta e potrebbe influenzare le future scelte del Regno Unito, oltre che le scelte - ce lo auguriamo - di molti altri paesi del mondo.

Con il livello di inquinamento destinato a triplicare tra il 2015 e il 2025, lo studio ci mette in guardia riguardo allo stato di salute dei mari: esso è in forte peggioramento e potrebbe avere conseguenze negative sulla biodiversità, considerando anche che la popolazione dei vertebrati marini è diminuita del 49% tra il 1970 e il 2012.

I rifiuti plastici sono uno dei principali problemi dei mari, insieme all'innalzamento del livello delle acque, al cambiamento climatico e all'inquinamento chimico come i pesticidi, i fertilizzanti e i prodotti di scarto delle aziende chimiche e farmaceutiche.

"L'oceano è lontano dai nostri occhi, e lontano dal nostro cuore": è questo quanto ha riferito ironicamente alla BBC Ian Boyd, uno degli studiosi che ha condotto lo studio. "Abbiamo investito un sacco di soldi e di entusiasmo nelle missioni spaziali, eppure nello spazio non sappiamo se c'è vita". "Avremo davvero bisogno di una missione dedicata agli oceani" ha aggiunto il Professor Edward Hil del Centro Oceanografico Nazionale britannico.

immagine: pixabay.com

Negli ultimi anni i governi e le industrie si stanno accorgendo della triste realtà a cui stanno andando incontro gli oceani, ma comunque i più recenti studi dicono chiaramente che il tempo a disposizione per cambiare le cose va restringendosi. Drasticamente ed inesorabilmente.

Sources:

http://www.bbc.com/news/science-environment-43477233

https://www.gov.uk/government/uploads/system/uploads/attachment_data/file/693129/future-of-the-sea-report.pdf

Tags: MareAmbienteDossier
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie