12 foto sorprendenti ci mostrano la VERA origine di alcuni alimenti molto comuni - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
12 foto sorprendenti ci mostrano la…
Volkswagen torna a produrre il mitico van hippie: il nuovo modello è previsto per il 2022 18 epiche foto dei dietro le quinte di alcuni film leggendari

12 foto sorprendenti ci mostrano la VERA origine di alcuni alimenti molto comuni

7.137
Advertisement

L'uomo contemporaneo appare immerso nella tecnologia e sempre più distaccato da quello che per millenni è stato uno dei suoi punti di forza: il contatto con la terra. L'allontanamento progressivo tra uomo e natura si ripercuote, così, sulla conoscenza; al giorno d'oggi, infatti, sempre meno persone sono consapevoli degli aspetti originali degli alimenti, tanto da non saper addirittura riconoscerli all'interno dei loro contesti naturali. Di seguito, 12 esempi che dimostrano quanto affermato.

1. Cannella

immagine: yashima/Flickr

La cannella (o cinnamono) è un albero sempreverde originario dello Sri Lanka. A differenza delle altre spezie, la cannella viene estratta a partire dalla corteccia o dai ramoscelli di questi alberi.

2. Kiwi

Originaria della Cina (lungo le vallate del Fiume Yangtze), la pianta del kiwi non assomiglia molto al frutto che conosciamo; essa è una pianta rampicante che usa come sostegno gli alberi o i pali e che può essere distinta nei generi maschile e femminile.

Advertisement

3. Caffè

immagine: pixabay.com

Sapevate che il caffè è estrapolato da bacche di colori che vanno dal verde al rosso? Le piante del caffè più coltivate sono la Coffea arabica, la Coffea canephora e la Coffea liberica, ma ne esistono in natura 90 o più varietà.

4. Mandorle

Le mandorle, anche se considerate come frutta, sono in realtà i semi dei frutti dei mandorli (alberi riconoscibili per i loro fiori bianchi e rosa).

5. Cacao

immagine: EOL Images/Flickr

La pianta di cacao, originaria del Sud America, è riconoscibile per i suoi fiori rosa, verdi o bianchi che crescono sul tronco e per i frutti di colore rosso, arancione o giallo simili a piccole zucche allungate. Il cacao che utilizziamo in cucina è estratto dai semi di questi particolari frutti.

Advertisement

6. Pistacchi

immagine: pixabay.com

L'albero del pistacchio si sviluppa in verticale e può vivere fino 300 anni! Viene coltivato fin dalla preistoria (nell'area del Medio Oriente) a causa dei semi dei suoi frutti a guscio duro (i pistacchi, appunto).

7. Arachidi

immagine: H. Zell/Wikimedia

Altra pianta originaria del Sud America è l'arachide (anche se si pensa che possa derivare da ibridazione), riconoscibile per i suoi fiori gialli. I suoi frutti maturano sotto terra e contengono fino a quattro semi.

Advertisement

8. Cavolini di Bruxelles

immagine: pixabay.com

La Brassica oleracea gemmifera è una pianta che cresce perlopiù in climi freddi - ad esempio nell'Europa del Nord (ecco spiegato perché vengono detti "di Bruxelles") - e che produce i germogli ascellari che chiamiamo cavolini di Bruxelles.

9. Semi di sesamo

Originaria di Africa e India, il sesamo è una pianta erbacea dalle origini molto antiche e che non supera i 50 cm di altezza; i semi di sesamo sono estrapolati dai suoi frutti di colore verde.

Advertisement

10. Anacardi

L'anacardo è un arbusto di modeste dimensioni che produce due tipi di frutti, attaccati l'uno all'altro: uno, la mela di acagiù, è giallo, a forma di pera e, in realtà, è un falso frutto (nei paesi dell'Est si usa mangiarne la polpa); l'altro, la noce di acagiù (anacardo vero e proprio), cresce come prolungamento inferiore della mela di acagiù ed assomiglia visivamente ad un rene.

11. Vaniglia

immagine: pixabay.com

Appartenente alla famiglia delle Orchidee, la pianta della vaniglia fu in origine coltivata dai popoli aztechi; la spezia della vaniglia è estrapolata dai baccelli dei suoi frutti.

12. Zafferano

immagine: pixabay.com/

La pianta dello zafferano produce dei fiori violacei, dai cui stigmi si ricava l'omonima spezia. Originariamente era diffuso soprattutto in Anatolia.

Tags: CuriosiNaturaCibo
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie