La scienza conferma e spiega in che modo i cani sanno riconoscere una persona cattiva

Claudia Melucci

31 Maggio 2017

La scienza conferma e spiega in che modo i cani sanno riconoscere una persona cattiva
Advertisement

Capita spesso che i proprietari di un cane non riescano a spiegarsi il motivo per cui il proprio fido si mostri diffidente soltanto nei confronti di determinate persone. La conclusione è spesso troppo affrettata, ovvero quella che l'animale debba essere un po' lunatico. La scienza ha però visto che il comportamento del cane è fondato su una motivazione ben più ampia: a quanto pare i cani sono in grado di riconoscere una persona cattiva ed è per questo che non la gradiscono nelle vicinanze. 

via Science Direct

Advertisement

È già dimostrato che i cani siano animali empatici, in grado di riconoscere un'espressione arrabbiata da una rilassata.

È già dimostrato che i cani siano animali empatici, in grado di riconoscere un'espressione arrabbiata da una rilassata.

pixabay.com

I ricercatori però hanno voluto approfondire un aspetto di cui tutti noi siamo sempre stati più o meno convinti: i cani hanno un sesto senso particolarmente spiccato nei confronti degli umani e, se si mostrano più o meno socievoli a seconda delle persone con cui entrano in contatto ci deve essere una spiegazione. 

Per arrivare alla conclusione che i cani sanno individuare una persona "cattiva" è stato fatto questo esperimento.

Per arrivare alla conclusione che i cani sanno individuare una persona

scott spaeth/Flickr

I ricercatori hanno fatto assistere il cane a due scene: i protagonisti di entrambe erano il padrone e due collaboratori. Nella prima scena il proprietario del cane, in difficoltà nell'aprire un contenitore con del cibo, ha chiesto aiuto ad uno dei due complici mentre l'altro non è stato interpellato. Il cane ha poi accettato del cibo indifferentemente dai due personaggi.

Nella seconda scena, uno dei due collaboratori si è rifiutato di aiutare il padrone ad aprire la scatola, mentre l'altro guardava senza intervenire: il cane ha accettato del cibo solo da quest'ultimo personaggio e si è mostrato diffidente nei confronti della persona che non ha aiutato il proprietario. 

Lo stesso atteggiamento è stato osservato in tutti i cani partecipanti alla ricerca, pubblicata poi sulla rivista scientifica Neuroscience & Biobehavioral Reviews. 

Dunque i ricercatori hanno concluso che i cani giudicano gli umani a seconda di come si comportano con gli altri.

Se il vostro cane ringhia, o non vuole farsi accarezzare solo da una o poche altre persone, riflettete se ci sono state occasioni in passato in cui queste stesse persone si sono mostrate "cattive": il cane potrebbe averlo memorizzato!

Ecco il video dell'esperimento condotto dai ricercatori 

Advertisement