Vi capita di entrare in una stanza con uno scopo e dimenticarlo subito? C'è una spiegazione! - Curioctopus.it
x
Vi capita di entrare in una stanza con…
Un attacco epilettico le cancella la memoria: il fidanzato non si arrende e la fa innamorare di nuovo L'incrocio tra Pomerania e Husky: questo cucciolo vi rapirà il cuore!

Vi capita di entrare in una stanza con uno scopo e dimenticarlo subito? C'è una spiegazione!

20 Febbraio 2017 • di Giulia Bertoni
17.040
Advertisement

State per uscire di casa ma vi siete dimenticati di prendere gli occhiali da sole. Allora tornate sui vostri passi, vi dirigete verso la stanza e non appena varcate la soglia... Cos'era che cercavate?
Nell'arco di pochi secondi avete dimenticato lo scopo del vostro spostarvi da un luogo all'altro e non riuscite a capacitarvi di come (e quanto spesso) possa verificarsi una cosa del genere. Non preoccupatevi, però! Una spiegazione a questo fenomeno c'è e non è negativa come si potrebbe immaginare!

Il curioso 'effetto porta'...

immagine: Graphic Stock

Il curioso fenomeno del dimenticare quello che si stava per fare è stato studiato da diversi scienziati.
Uno degli esperimenti realizzati sembra confermare la teoria del cosiddetto 'effetto porta'. In questo studio gli scienziati hanno insegnato a 55 studenti a giocare a un video game nel quale dovevano spostarsi all'interno di un edificio virtuale raccogliendo e trasportando oggetti da una stanza all'altra. Di quando in quando al lato dello schermo compariva un oggetto e se si trattava di qualcosa che il personaggio stava trasportando oppure aveva appena posato, lo studente doveva cliccare su 'sì'. L'icona a volte compariva mentre il personaggio era ancora nella stessa stanza, a volte quando era già passato alla successiva. L'esperimento è stato in seguito ripetuto all'interno di spazi reali e ciò che è balzato all'attenzione degli studiosi è che il semplice passare da una stanza all'altra faceva dimenticare alle persone lo scopo del loro spostarsi, a prescindere dalla distanza percorsa.
In sostanza è stato scoperto che il nostro cervello interpreta il passaggio da uno spazio all'altro come una sorta di punto limite, oltre il quale quello che si stava facendo prima perde la sua importanza rispetto a quello che il nuovo ambiente ci para davanti.
Gli eventi inaspettati, come l'improvviso bussare alla porta, o il PC che si spegne perché avete dimenticato di attaccarlo alla carica, sembrano sortire sulla mente umana lo stesso effetto.
Perché avviene questo? Per il semplice fatto che avere sempre tutto a portata di memoria sarebbe uno stress troppo grande per il nostro cervello che per funzionare bene trova i suoi modi per auto-alleggerire il carico di lavoro!

Tags: ScienzaCuriosi
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie