Ritrova un vasetto di yogurt sulla spiaggia: il dettaglio sulla confezione gli fa gelare il sangue - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Ritrova un vasetto di yogurt sulla spiaggia:…
Uno scatto per ogni emozione: ecco la galleria che riassume fatti significativi dal mondo Individuata la proteina responsabile delle metastasi tumorali: ora un farmaco mirato potrebbe bloccarla

Ritrova un vasetto di yogurt sulla spiaggia: il dettaglio sulla confezione gli fa gelare il sangue

187.042
Advertisement

È chiaro che si ha un problema di inquinamento da plastica quando viene ritrovato un vasetto di yogurt vecchio di 40 anni: è questa la frase che accompagna la notizia del ritrovamento di un contenitore di plastica, venduto nel 1976 in edizione speciale per le Olimpiadi di Montreal dello stesso anno. Il vasetto è stato scovato casualmente sulla spiaggia di Tardinghen, nel nord della Francia, da un uomo che stava passeggiando insieme al suo cane. La foto che ha scattato è stata pubblicata su Twitter ma in poco tempo è divenuta protagonista di tutti i social. 

Un vasetto di yogurt Voplait delle Olimpiadi del 1976: non c'è in ballo nessuna macchina del tempo ma solo l'incredibile resistenza della plastica alla degradazione.

immagine: TWITTER FOTO / ROB GORDON

Non è sicuramente nuovo il fatto che la plastica rimanga intatta per anni e che impieghi fino a 600 anni per degradarsi completamente: tuttavia questa foto riesce in qualche modo a rendere tutti più consapevoli su questo materiale e sul danno ambientale che si provoca se non lo si smaltisce in maniera adeguata. 

Molti hanno notato il perfetto stato di conservazione del contenitore, sottintendendo una falsa riproduzione del prodotto. Tuttavia una spiegazione all'integrità del vasetto c'è: sebbene sia stato ritrovato su una spiaggia, probabilmente non ha galleggiato in mare ma proviene da una discarica a cielo aperto nelle vicinanze. 

Sono almeno 12 milioni le tonnellate di plastica che ogni anno vengono riversate negli oceani, decimando la popolazione animale marina e inquinando l'intero ecosistema.

Non possiamo più rimandare l'impegno di gestire meglio i rifiuti plastici: optate sempre per un materiale alternativo alla plastica e, se proprio non potete farne a meno, fate almeno la raccolta differenziata e laddove possibile riciclate

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie