Il giorno dopo l'elezione di Trump, gli alunni trovano un foglio sulla porta: il contenuto è illuminante - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Il giorno dopo l'elezione di Trump,…
20 foto assurde che vi faranno chiedere: come hanno fatto? Iniziano a ristrutturare una scuola: dietro le pareti trovano lavagne di 100 anni prima...

Il giorno dopo l'elezione di Trump, gli alunni trovano un foglio sulla porta: il contenuto è illuminante

7.975
Advertisement

All'indomani dello spoglio dei voti per l'elezione del nuovo Presidente degli Stati Uniti d'America, il mondo si è svegliato con un generale senso di preoccupazione. Le promesse elettorali di Donald Trump sono state prorompenti ed a tratti esuberanti, eppure hanno convinto il popolo americano. Il giorno seguente alla proclamazione del vincitore della campagna un'insegnante americana ha deciso di far avere questa lettera scritta da lei stessa ai suoi alunni. Ecco cosa ha scritto...

Il nuovo presidente non ha avuto timore di abbracciare politiche razziste, sessiste e discriminatorie, diffondendo un senso di disorientamento in tutto il paese.

Ai suoi ragazzi però, questa insegnante ha voluto scrivere delle parole, nel nome dell'uguaglianza dei popoli, della solidarietà e della pace: concetti per cui per secoli le popolazioni hanno lottato, ed in alcuni casi anche ottenuto, ed ora minacciati di essere nuovamente negati. 

"Cari studenti neri,

in questa aula la vostra vita CONTA. Siete i benvenuti. 

Cari studenti Islamici e studenti provenienti dal Medio Oriente,

sappiamo che non siete dei terroristi. Siete i benvenuti. 

Cari studenti Messicani,

non siete dei rapinatori o degli spacciatori. Siete i benvenuti. 

Care studentesse,

gli uomini non possono possedervi. Avranno rispetto per voi - pretendetelo. Siete le benvenute. 

Cari studenti LGBTQ,

siete perfetti così come siete. Siete i benvenuti.

Cari studenti tutti, 

dobbiamo sopravvivere a questo giorno, questo anno, insieme. Ci rispetteremo reciprocamente e impareremo l'uno dall'altro. Sei il benvenuto in questa nazione e in questa comunità. 

Con affetto, 

Sig.ra Tarman.

 

Parole così semplici da arrivare dritte al cuore senza poter essere fraintese. In un momento di scoraggiamento questa lettera è quello che ci voleva.

Tags: ScuolaUsaStoria
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie