Ogni medico dovrebbe prescrivere due ore di natura a settimana: una ricerca ci spiega perché - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Ogni medico dovrebbe prescrivere due…
A Milano nasce il progetto di Questo fotografo ha catturato la maestosità dell'aquila calva in uno scatto che sfiora la perfezione

Ogni medico dovrebbe prescrivere due ore di natura a settimana: una ricerca ci spiega perché

1.434
Advertisement

Il fatto che il contatto con la natura porti benefici è più o meno universalmente riconosciuto come vero, e tutti noi possiamo constatarlo sulla nostra pelle. Una ricerca inglese ha però voluto scavare ancora di più nel profondo, cercando di quantificare esattamente quanto tempo sarebbe opportuno dedicare ogni settimana a questa pratica per trarne effettivi benefici.

Il risultato non è poi così impossibile da raggiungere: 120 minuti di "immersione nel verde" a settimana.

via: Gov.uk
immagine: Unsplash

I ricercatori hanno preso in considerazione un campione di 20.000 persone, che hanno raccontato le loro attività nella settimana precedente all'intervista esprimendo il proprio livello di soddisfazione personale e descrivendo lo stato di salute. Tra coloro che durante la settimana avevano trascorso poco tempo (o addirittura nemmeno un minuto) nella natura, il 25% ha accusato problemi di salute e il 50% si è detto insoddisfatto. Per coloro che invece avevano trascorso almeno due ore nella natura queste percentuali si abbassavano al 14% (salute) e al 30% (insoddisfazione).

Inoltre, notano i ricercatori, i benefici sono risultati trasversali: non vi era distinzione tra giovani ed anziani, ricchi o poveri, sportivi o semplici amanti della natura e della contemplazione. Tutti, avendo trascorso nel verde 120 minuti (non necessariamente consecutivi, ma anche diluiti lungo la settimana), riportavano dei benefici.

immagine: Unsplash

I ricercatori hanno cercato di individuare senza successo una causa precisa per questo fenomeno. La prima ipotesi è stata la connessione tra natura ed attività fisica, ma come abbiamo detto anche le persone che avevano trascorso il tempo su una panchina ne avevano tratto beneficio. Quindi, hanno concluso gli studiosi, si può per ora affermare che la discriminante sia proprio la natura in sé.

Il silenzio, l'aria più pulita per la presenza degli alberi, le ampie vedute verdi: molti sono gli strumenti con cui la natura migliora il nostro umore, abbassa i livelli di stress (con conseguenze benefiche per il sistema immunitario) e regola la frequenza cardiaca. Il tutto, alla "modica" cifra di 120 minuti a settimana.

Tags: NaturaBenessere
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie