Chi c'è dietro al nuovo primatista dell'atletica? Una persona che non vi aspettereste mai! - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Chi c'è dietro al nuovo primatista…
Questa gatta è incantevole, ma aspettate di vederla insieme a sua sorella... Vede la musica materializzarsi in colori: ecco la ragazza che ha trasformato una patologia in un dono

Chi c'è dietro al nuovo primatista dell'atletica? Una persona che non vi aspettereste mai!

6.102
Advertisement

A 17 anni dal record stabilito dal quattrocentista americano Michael Johnson, alle Olimpiadi di Rio un atleta sudafricano stabilisce un nuovo, incredibile record mondiale. Wayde van Niekerk correva nella corsia più esterna e verso il traguardo si capiva che il distacco dal secondo era molto ma non avrebbe mai immaginato di riscrivere la storia dei 400 metri correndoli in 43''03. Ora che è sotto i riflettori vengono fuori i dettagli della sua preparazione atletica e sapete chi è ad allenarlo? Un'aitante signora di 74 anni di nome Ans Botha.

via: BBC

Nella gara dei 400 metri piani, van Niekerk ha tagliato il traguardo in 43''03, battendo il record mondiale stabilito da Johnson nel 1999 (43''18).

immagine: Daily Mail

L'oro vinto da van Niekerk è il primo del Sudafrica e anche il primo mai vinto da un corridore in corsia 8.

immagine: Daily Mail
Advertisement

Dietro a questo giovane da record si cela la figura di una donna caparbia con la quale Niekerk ha un rapporto di grande confidenza e rispetto reciproci.

immagine: Daily Mail

Ans Botha, chiamata Tannie Ans ('zia Ans in afrikaans), allena Wayde da 3 anni ed è proprio in questo lasso di tempo che il ragazzo ha iniziato a collezionare vittorie.

immagine: Daily Mail

Il nomignolo non vi deve trarre in inganno: Tannie Ans impone delle regole molto rigide ed esige che queste vengano rispettate.

immagine: Daily Mail

Wayde, però, dice che la cosa più bella è la positività dell'ambiente di lavoro che lei è riuscita a costruirgli attorno. E così, a soli 24 anni, il campione ha una lunga strada davanti. Non possiamo che augurargli buona fortuna.

Advertisement
Tags: SportCuriosiRecord
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie