Batterie naturali: ecco come ottenere elettricità usando... una patata - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Batterie naturali: ecco come ottenere…
Raccoglie fino a 100 litri di acqua al giorno: ecco l'idea geniale di un architetto italiano Di cosa sono fatte le caramelle gommose? Fanno male? La risposta vi stupirà

Batterie naturali: ecco come ottenere elettricità usando... una patata

6.619
Advertisement

Pensate che produrre energia elettrica utilizzando il più comune dei tuberi sia fantascienza? Dovrete ricredervi: la materia amidacea di cui è composta la patata, pensate un po', è in grado di fungere da elettrolita e, quindi, di produrre energia. L'esperimento è stato realizzato per la prima volta da un gruppo di studiosi dell'Università ebraica di Gerusalemme e ha dimostrato come sia possibile sfruttare questo comunissimo tubero per costruire delle batterie naturali in grado di alimentare una lampadina al LED per più di un mese. Se volete provare a farlo in prima persona vi diciamo noi come procedere. I materiali che dovrete procurarvi sono:

2 patate (da bollire prima di procedere)

2 asticelle di rame e due di zinco

3 fili in rame

1 lampadina da 1.5 volt

1. Inserite in una patata l'asticella di zinco e nell'altra quella di rame; poi collegate le due asticelle con un filo.

2. Inserite le altre due asticelle sulle due patate, in modo che ogni patata ospiti un'asticella di rame e una di zinco.

Advertisement

3. Legate un filo ad ognuna di queste due asticelle: collegate l'altro capo alla lampadina e... luce sia!

La possibilità di produrre energia elettrica sfruttando materiale organico rappresenta una scoperta che può cambiare la vita di milioni di persone per cui l'accesso ad essa sarebbe altrimenti impossibile. Gli scienziati che hanno realizzato questo esperimento sottolineano che la produzione di alimenti destinati a questo scopo non avrebbe ripercussioni sui prezzi ma, al contrario, permetterebbe lo sviluppo delle zone del mondo più svantaggiate.

Guarda il Video:

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie