Minuscole stanze costruite nei tombini della città. Il motivo? Una realtà terribile e attuale - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Minuscole stanze costruite nei tombini…
20 città fotografate a distanza di 20 anni: i cambiamenti sono a dir poco drammatici Questi disegni ci dimostrano che non c'è nulla che un papà non farebbe per sua figlia

Minuscole stanze costruite nei tombini della città. Il motivo? Una realtà terribile e attuale

7.523
Advertisement

L'artista Biancoshock, che vive e lavora a Milano sa bene che gli spazi angusti e segreti sono molto affascinanti, per questo ha scelto come sua galleria d'esposizione i tombini abbandonati del quartiere milanese di Lodi. All'interno vi ha costruito delle vere stanze segrete ben arredate.

Il motivo? Tutt'altro che superficiale: Biancoshock vuole infatti ricordare l'orrenda realtà, esistente tutt'oggi, di persone costrette a vivere nelle fogne di città come Bucarest o Las Vegas.

Sono soprattutto bambini clandestini, destinati alla prostituzione e alla compravendita, che vivono - metaforicamente e letteralmente - al di sotto del limite di povertà socialmente accettato.

Le opere dell'artista sono affascinanti per il contrasto netto tra l'ordine delle stanze costruite nei tombini e il degrado esterno che li circonda.

La serie di tombini adibiti a stanze si chiama "Borderlife" e denuncia la realtà ancora attuale di persone senza un nome, senza un'identità, che vivono nelle fogne delle città.

Advertisement

Per ora la serie è costituita da tre stanze: Bagno, Cucina e Salotto.

Con "Borderlife", giocando con le parole "life", vita, e "borderline", al limite, l'artista accende i riflettori su una realtà inaccettabile, esistente in paesi che fanno parte dell'Unione Europea.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie