Scoperta la cascata più alta del mondo ma è "invisibile" ai nostri occhi

Gianmarco Bonomo image
di Gianmarco Bonomo

11 Novembre 2023

Scoperta la cascata più alta del mondo ma è "invisibile" ai nostri occhi
Advertisement

Vedere una cascata è uno spettacolo al quale è difficile resistere. Più elevato o ampio è il salto compiuto dall’acqua, più una cascata ci sembra magnifica. Esistono alcune cascate molto famose, come il Salto Angel alto quasi 1000 metri, o le Cascate Vittoria con un fronte lungo un chilometro e mezzo. Eppure, nessuna di queste è la cascata più grande del mondo: per trovarla, dobbiamo andare sotto il livello del mare. Esatto: la cascata più grande del mondo è una cascata sottomarina. Vediamo perché!

Cos’è una cascata sottomarina e come si forma?

Cos’è una cascata sottomarina e come si forma?

Pexels

Una cascata è un’area in cui un corso d’acqua subisce una brusca e quasi verticale interruzione nella sua discesa verso il mare. Il dislivello creato a causa di erosione, movimenti tettonici o disgelo, contribuisce a interrompere il corso del fiume e quindi a generare la cascata. Questo è quanto avviene in superficie, nel paesaggio che siamo abituati a vedere ogni giorno.

Ma per quanto riguarda le cascate sottomarine? La spiegazione non può che essere diversa: in molti casi le cascate sottomarine sono infatti un semplice effetto ottico dovuto a:

  • variazioni profondità del fondale marino;
  • depositi di sabbia e fango;
  • particolari angoli di visione.

Esistono alcune cascate di questo tipo che sono anche molto conosciute, ma il fenomeno può spiegarsi anche in un altro modo. Una cascata sottomarina avviene infatti quando due masse d’acqua presentano temperatura, densità e salinità diverse e in costante variazione. In questo caso possono creare una vera e propria cascata sottomarina, con dimensioni inimmaginabili per le cascate a cui siamo abituati in superficie.

Advertisement

Una cascata sommersa alle Mauritius

Una cascata sommersa alle Mauritius

Jonpeña22/Wikimedia Commons - CC BY-SA 4.0 DEED

Il colpo d’occhio è straordinario e comunica molto bene la peculiarità delle isole Mauritius. Poco al largo, il fondale marino precipita improvvisamente per centinaia e centinaia di metri, dando vita a un blu scurissimo. E vista da una certa prospettiva, sembra esserci proprio una cascata sottomarina: l’acqua sprofonda dalla superficie ancora più in giù, fino a scomparire sul fondale. Ma è davvero così? In realtà, la cascata sommersa delle Mauritius è dovuta più all’erosione della sabbia che al movimento dell’acqua. Le correnti erodono di continuo la costa e il basso fondale, un fenomeno che si unisce alla natura vulcanica dell’isola e allo strapiombo quasi nero. Ma non è una vera cascata sottomarina.

Qual è la più grande cascata del mondo?

La cascata più grande del mondo si trova in realtà nello Stretto della Danimarca, che separa l’Islanda dalla Groenlandia. E stavolta si tratta di una vera cascata sottomarina. In questo stretto l’acqua del Mare di Groenlandia sprofonda nel Mare di Irminger per oltre 3 chilometri in altezza e 160 chilometri in ampiezza. Secondo le stime scarica circa 5 milioni di metri cubi d’acqua al secondo, ma perché avviene questo fenomeno?

La spiegazione della cascata più grande del mondo è legata alla densità dell’acqua, che viene determinata dalla sua temperatura e dal suo grado di salinità. In pratica, l’acqua più densa è più pesante dell’acqua meno densa, e l’acqua fredda ha una densità maggiore rispetto all’acqua calda, così come l'acqua più salata. Quando le acque del Mare di Groenlandia incontrano quelle del Mare di Irminger, la loro densità le fa sprofondare al di sotto delle acque più calde e meno dense. Creando così la cascata più grande del mondo.

Una cascata immensa ma invisibile ai nostri occhi

Una cascata immensa ma invisibile ai nostri occhi

stockvault

E tecnicamente, la cascata sottomarina dello Stretto di Danimarca potrebbe non essere la più grande del mondo. Un fenomeno simile avviene infatti anche in Antartide, dall’altra parte del mondo. Quando l’acqua del mare comincia a ghiacciare e rilascia il sale che contiene, il processo rende l’acqua sottostante ancora più salata. Come abbiamo visto, acqua più salata vuol dire anche acqua più densa, che quindi è portata a sprofondare verso il fondale marino con un salto di diversi chilometri. Questa cascata lenta e invisibile contribuisce alla termoregolazione degli oceani, regolando la temperatura media dell’acqua ed evitando sbalzi climatici. Certo, a meno che dei cambiamenti sul clima non siano già in atto, con il rischio di destabilizzare questo processo e portare alla scomparsa di questi meravigliosi fenomeni naturali.

Source:

https://oceanservice.noaa.gov/facts/largest-waterfall.html

Image preview: Google Maps, Pickpik

 
Advertisement